Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/bilancio-ue-michel-convoca-un-summit-straordinario-per-il-20-febbraio-78d46d67-213c-4c8c-92dd-e8f1a50f5390.html | rainews/live/ | true
MONDO

La lettera ai capi di stato e di governo

Bilancio Ue: Michel convoca un summit straordinario per il 20 febbraio

"E' arrivato il momento di trovare un accordo", ha detto il presidente del Consiglio europeo

Condividi
Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha convocato una riunione straordinaria dei leader europei per il 20 febbraio, che avrà al centro i difficili negoziati sul bilancio dell'Ue 2021-2027. Lo ha annunciato in una nota lo stesso Michel. "E' arrivato il momento di trovare un accordo", scrive il presidente nella lettera inviata ai capi di stato e di governo.

Michel, incaricato dai governi Ue di portare avanti i negoziati sul bilancio, dice di aver preso la decisione di convocare il summit straordinario "dopo gli incontri avuti a livello di sherpa" con i Paesi membri. "Ogni rinvio creerebbe seri problemi pratici e politici e metterebbe a repentaglio la continuazione degli attuali programmi e politiche, così come il lancio di quelli nuovi", scrive il presidente.

"Sono pienamente consapevole che questi negoziati sono fra i più difficili che dobbiamo affrontare - continua - ma sono anche convinto che con buonsenso e determinazione possiamo trovare un accordo che vada a beneficio di tutti gli europei. Per fare questo, tutte le parti avranno bisogno di dimostrare spirito di compromesso. Conto sul vostro supporto a questo riguardo", afferma Michel rivolgendosi ai leader europei, ai quali preannuncia consultazioni "nei prossimi giorni, prima di avanzare una proposta complessiva in vista della riunione di febbraio".

I Paesi Ue sono ancora molto lontani dal trovare una posizione comune sul bilancio pluriennale dell'Unione (Qfp)2021-2027. La proposta avanzata dalla Finlandia, detentrice della presidenza di turno del Consiglio Ue nel secondo semestre 2019, ha trovato più critiche che elogi. Helsinki ha proposto un bilancio complessivo pari all'1,07% del Rnl Ue, la Commissione chiede invece l'1,11%, mentre il Parlamento europeo vorrebbe l'1,3%.
Condividi