MONDO

È Marc Bartra, trasportato in ospedale

Tre esplosioni contro il bus del Borussia Dortmund, ferito un giocatore

Il match di Champions League fra Borussia Dortmund e Monaco è stato rinviato dopo l'esplosione di ordigni che hanno preso di mira il bus del club tedesco in viaggio verso lo stadio e ha causato il ferimento del calciatore Bartra. La gara si disputerà domani alle 18.45

(GettyImages)
Condividi
Tre esplosioni davanti al bus del Borussia Dortmund mentre si dirigeva verso lo stadio per la partita di Champions League contro il Monaco.

Ferito lievemente a un braccio e alla mano il difensore spagnolo Marc Bartra, trasportato in ospedale. E' stato colpito dalle schegge di vetro di un finestrino andato in frantumi.

La squadra ha comunque raggiunto lo stadio ed è al sicuro. Ma si è deciso di rinviare la partita di calcio con il Monaco a domani alle 18.45. Nessun problema per gli spettatori che si trovavano dentro lo stadio e che sono ordinatamente defluiti. I supporters del Monaco hanno anche intonato cori a sostegno del Borussia.

A quanto riferiscono i media tedeschi, il pullman sarebbe stato danneggiato in due parti mentre percorreva la strada che dall'hotel porta allo stadio, a circa 10 chilometri di distanza dall'impianto. 

La polizia ha spiegato che poco dopo la partenza del bus dall'hotel verso lo stadio sono avvenute le detonazioni nelle immediate vicinanze del veicolo. Il portavoce della polizia Gunnar Wortmann ha detto a Bild: "Le bombe sono state collocate al di fuori del bus. Vari vetri sono andati in frantumi". I dispositivi esplosivi si trovavano, sempre secondo le informazioni di Bild, in una siepe sulla strada dal lato del guidatore. La polizia sta indagando per accertare se si tratti di un attacco mirato. 

Nella Germania con i nervi tesi a causa del terrorismo internazionale, gli avvenimenti di questa sera vengono seguiti con il fiato sospeso. 

Risale al 19 dicembre l'attentato compiuto dal tunisino Anis Amri, che attaccò con un camion il mercatino di Natale davanti alla chiesa della Memoria di Berlino, uccidendo 12 persone e
ferendone 50. Il pensiero è andato anche al 17 novembre del 2015, quando fu annullata, a pochi minuti dall'inizio, la partita di calcio amichevole Germania-Olanda a causa di un allarme attentato. 
Condividi