Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/borse-deboli-sale-il-greggio-97fe71dc-79d1-4c66-aa4d-beb84f08cc47.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

​Borse deboli, sale il greggio

Condividi
di Paolo Gila Seduta interlocutoria e debole per le borse europee. In assenza di dati macroeconomici e senza il riferimento di Wall Stret chiusa per festività, gli indici sono in prevalenza negativi.

Milano cede lo 0,53%, ma pesa lo stacco dei dividendi di alcuni titoli tra cui Enel e Snam.

In ribasso di qualche decimale di punto anche Londra (-0,36%) e Parigi (-0,34%), mentre Francoforte riesce a mantenersi poco sopra la parità (+0,09%).
Sul listino di Piazza Affari il titolo più debole è Moncler (-3,19%). Giù anche i principali bancari. Spicca il + 1,54%% di Pirelli sulle voci non confermate di un’integrazione con la finlandese Nokian. In recupero Atlantia e Poste Italiane che avanzano di circa un punto percentuale.

Il blocco delle esportazioni di petrolio in Libia, deciso dal generale Haftar, fa salire il prezzo del greggio. Il Brent del Mare del Nord viene trattato 65,35 dollari al barile.

Sul valutario l’Euro recupera solo parzialmente la flessione delle ultime sedute sul Dollaro con il cambio a quota 1,1080.


Ore 15.40
Condividi