ECONOMIA

​Borse europee senza spunti in attesa dell’inflazione Usa

Condividi
di Marzio Quaglino Tokyo ha ritoccato i massimi da 21 anni a questa parte. L’export cinese sale del 9% e crescono anche le importazioni. Tutto questo non basta a dare smalto alle borse europee che anche oggi hanno aperte incerte. Anche le tensioni in Catalogna sembrano preoccupare meno. L’attesa è dunque per il dato su prezzi negli Stati Uniti che arriverà nel pomeriggio. Dato importante per le future scelte della Federal Reserve, la banca centrale statunitense, in tema di tassi.
Così Londra è ora la peggiore, ma un ribasso appena dello 0,36%, mentre Parigi e Francoforte oscillano tra più e meno. Debole anche Milano con il Ftse Mib a -0,05%.
Sul versante valutario euro che dopo aver sfiorato ieri la soglia di 1,19 ha progressivamente subito il ritorno del dollaro e il cambio è ora a 1,1823.
 
Aggiornamento delle ore 9.31
Condividi