Tutte le notizie di Rai News - ultime notizie in tempo reale - home page, logo rai news Torna su
ITALIA

Curiosità online

Dallo Starbucks in Italia all'abolizione del canone Rai: le bufale che girano sul web

Le notizie false, a volte, sono talmente credibili da sembrare vere. Spesso sono delle provocazioni o magari dei desideri nascosti. Curioso l'annuncio-burla su eBay della vendita dell’Aquila "con una base d’asta di 99 euro"

Condividi
di Carlotta Macerollo Di notizie finte, di bufale create ad arte, inventate o nate da equivoci è pieno il mondo e, naturalmente, anche il web. Il rischio è che a volte siano talmente credibili da sembrare notizie reali. Spesso possono essere dei desideri di molte persone che, non sapendo come altro esprimerli, azzardano e provocano.

Starbucks in Italia? No
E' successo alla Starbucks, la casa americana del caffè e del frappuccino più famosa del mondo che, secondo il giornale specializzato in articoli falsi Il Fallo quotidiano e molti siti e blog, sarebbe dovuta sbarcare in Italia nel corso del 2014. Si era parlato anche di una presunta conferenza stampa dove era stata annunciata la novità, ma basta fare una breve ricerca per scoprire che non esiste alcuna conferenza tenutasi a New York. C’era già chi si era immaginato di poter gustare i prodotti di Starbucks a qualche metro di distanza da casa e chi, invece, mostrava perplessità. La notizia ha fatto il giro dei social network in poche ore, suscitando lo stupore di molti, ma l’apertura degli Starbucks in Italia è solo una bufala.

Il canone Rai non si deve più pagare? No
Negli ultimi giorni è circolata sul web la notizia per cui una sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo avrebbe portato all’abolizione del canone Rai. La storia è completamente inventata. Gli articoli in questione contengono tutti stralci di un pezzo pubblicato il 2 gennaio da un sito chiamato Giornale del Corriere (oppure Corriere del Mattino, come appare nel nome del dominio) che a sua volta cita come fonte un articolo di Libero, il cui link però rimanda a una pagina inesistente. Nei primi due paragrafi dell’articolo satirico viene spiegato che il canone Rai non va pagato perché "illegittimo" e sarebbe la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo a sancirlo. Il sito ufficiale della Corte dei Diritti dell’Uomo riporta che non sono state depositate sentenze fra il 17 dicembre 2013 e il 7 gennaio 2014. Né esiste una sentenza recente che riguardi la questione del canone Rai. Il canone Rai è una tassa sul possesso (e non sull'uso) di apparecchi "atti o adattabili alla ricezione di radioaudizioni televisive", si paga annualmente ed è in vigore dal 1938. La notizia della sua abolizione non ha alcun fondamento, sebbene da anni circolino periodicamente richieste per abolirlo.

L'Aquila in vendita su ebay? No
L'Aquila ''da ristrutturare'' e i suoi abitanti finiscono in vendita su ebay, il sito di aste on line più famoso al mondo: è la trovata scherzosa dell'anonimo venditore rimbalzata sui social network. Base d'asta del capoluogo 99 euro, categoria '"collezionismo e fai da te". Naturalmente la notizia è una bufala, una provocazione. Nella descrizione dell'insolito prodotto si legge: "Vendo città 721 metri s.l.m da ristrutturare. Poco distante da Roma, capoluogo di regione, clima freddo d'inverno e secco d'estate, storia secolare e con ottime rifiniture medioevali. Completa di servizi e popolazione inclusa, con una piccola parte di essa in deterioramento. In omaggio, poltrona del sindaco. No perditempo". Il riferimento è al sindaco dimissionario Massimo Cialente, che si è dimesso recentemente dopo il terremoto giudiziario di tangenti legate agli appalti del dopo sisma.
Condividi