Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Azzurri-Di-Biagio-Ripartiamo-con-entusiasmo-dai-giovani-amichevole-italia-argentina-b5ae0649-a66f-4f8b-a920-ebaae26cd55e.html | rainews/media/ | (none)
SPORT

Amichevole a Manchester contro l'Argentina

Azzurri. Di Biagio: "Ripartiamo con entusiasmo dai giovani"

Il ct: "Chi ama l'Italia sa che deve avere pazienza". Buffon: "Le critiche? Chi le ha scritte si ricrederà"

Condividi
"Si riparte. E bisogna farlo velocemente, col giusto entusiasmo". In poche parole Gigi Di Biagio traccia il suo programma per le amichevoli del post  'tragedia svedese'. "Dobbiamo dare spazio ai giovani e avere pazienza se la prima volta non fanno la cosa giusta: chi ama l'Italia, a prescindere da chi sarà ct o presidente, deve avere pazienza". Argentina adesso a Manchester (nello stadio del City), Inghilterra martedì a Wembley: due tappe importanti anche per un'eventuale sua conferma come ct. "Ho letto le critiche -spiega Di Biagio-, chi dice che nel calcio non si leggono i giornali  dice bugie. Ma dopo due minuti mi sono rimesso al lavoro”. Dal 2011 nello staff azzurro (ha cominciato con l’Under 20), dal 2013 al timone dell’Under 21, poi la chiamata ‘ad interim’ mentre la Figc vaglia i possibili ct. Emozione per la prima? “Magari la proverò entrando nello stadio..."

Accanto al ct c’è il capitano, Gianluigi Buffon: "Che l'Italia fosse un Paese strano lo sapevamo, ma è davvero sensazionale che si faccia polemica su di me, che gioco in azzurro da 25 anni. Sono sempre stato un elemento aggregante e spesso per altruismo ho rinunciato a record personali". Evidente il riferimento a chi ha definito la sua presenza ingombrante. "Chi ha scritto certe cose tra qualche settimana si ricrederà. Io e Di Biagio sappiamo la verità", ha aggiunto.

Dall’altra parte, il ct argentino Sampaoli guarda con molto interesse al test contro gli azzurri. E non nasconde le ambizioni ‘mondiali’ della sua squadra: "Siamo una delle candidate alla vittoria del Mondiale. Anche perché Messi gioca con noi, è in un gran momento di forma e maturità. Il rispetto per la nostra nazionale è molto grande". Poi parla degli 'italiani'. "Higuain è uno dei migliori giocatori del mondo.  Dybala pensavamo fosse un top player. Poi o noi non lo abbiamo saputo valorizzare al meglio, o lui non si è adattato alla nostra idea di calcio. Icardi era il prescelto ma poi abbiamo visto molta differenza tra le prestazioni con l'Inter e con la Nazionale". 
Condividi