Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Europeo-Under-21-L-Italia-ribalta-la-Spagna-3-1-con-doppietta-di-Chiesa-e-rigore-di-Pellegrini-7c5c544d-5983-4108-902b-10c71559ae6c.html | rainews/live/ | true
SPORT

Partita d'esordio degli azzurrini

Europeo Under 21. L'Italia ribalta la Spagna, 3-1 con doppietta di Chiesa e rigore di Pellegrini

Iberici avanti con una magia di Ceballos, l'attaccante della Fiorentina capovolge il risultato con reti al 36' e al 64'. all'82' il penalty che chiude il conto. Mercoledì sfida contro la Polonia, che ha battuto a sorpresa il Belgio nell'altra gara del Girone A

Condividi
Successo durissimo e in rimonta degli azzurrini che battono 3-1 la Spagna in quella che poteva tranquillamente essere una finale. L'Europeo casalingo dell'Italia comincia col piede giusto al 'Dall'Ara' e mostra una squadra coriacea, in grado di superare le difficoltà.

Di Biagio esordisce col tridente delle meraviglie Zaniolo-Kean-Chiesa, a centrocampo di sono Barella, Mandragora e Pellegrini. L'aggressività degli azzurrini viene gelata dal grandissimo gol di Ceballos al 9': il centrocampista del Real Madrid si aggiusta il destro ai 20 metri e confeziona una parabola imprendibile per Meret. Italia frastornata, ancora Ceballos semina il panico nell'area piccola di Meret. La Spagna abbassa il ritmo col palleggio e intrappola l'Italia. Zaniolo in grande difficoltà, subisce anche un colpo da Unai Simon in uscita alta. Serve la scossa e Chiesa risponde presente. Al 36' controllo e scatto sulla sinistra dell'attaccante viola che entra in area batte con un diagonale quasi dal fondo Unai Simon che aveva fatto un passo di troppo per coprire il cross. Il pari rivitalizza gli azzurrini che spingono con veemenza. Non ce la fa Zaniolo (sostituito da Orsolini) che accusa il colpo subito dal portiere alcuni minuti prima. La prima frazione si chiude sul rasoterra di Dimarco che impegna a terra Unai Simon.

Accelerazione di Chiesa a inaugurare la ripresa, rasoterra di poco oltre il secondo palo. Risposta di Soler dopo un lungo possesso palla, Meret alza in angolo la sventola. Di Biagio si affida a Cutrone per l'ultima mezzora, staffetta con Kean che non cambia l'assetto offensivo. La Spagna non concretizza un pericoloso contropiede, Soler sbaglia il tocco per Mayoral e favorisce Meret. E gli azzurrini ne approfittano. Al 64' Cutrone difende una palla in area, subentra Barella che la spinge verso il liberissimo Chiesa per la doppietta personale e il sorpasso. La Spagna si riversa davanti. Dimarco risolve con un guizzo due situazioni pericolose. Poi Ceballos ne semina un paio in area ma manda alle stelle. L'Italia rompe il break ed è letale. Pellegrini si procura il fallo dall'ingenuo Soler (serve l'intervento del Var per 'convincere' l'arbitro Gozubuyuk). Vantaggio confortante, Meret spegne gli ultimi fuochi iberici.

Nell'altra partita del Girone A, giocata al pomeriggio, la Polonia a sorpresa batte 3-2 il Belgio. In classifica, quindi, azzurri e biancorossi avanti a 3 punti, belgi e spagnoli al palo. E mercoledì ci sono Spagna-Belgio (a Reggio Emilia) e Italia-Polonia (ancora a Bologna).
Condividi