Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Serie-A-Il-Milan-fatica-ma-batte-2-0-il-Frosinone-Champions-ancora-aperta-4a8653c3-0777-4535-8047-52d559815cc8.html | rainews/live/ | true
SPORT

Il posticipo del penultimo turno rilancia le ambizioni dei rossoneri

Serie A. Il Milan fatica ma batte 2-0 il Frosinone, Champions ancora aperta

Donnarumma respinge il rigore di Ciano al 50'. Poi i gol di Piatek (57') e Suso (66') cambiano l'umore di San Siro. Sfida all'Atalanta per il quarto posto

Condividi
Il Milan vince e spera ancora di agganciare un posto Champions. Dopo il 2-0, più sofferto del previsto, sul Frosinone (già retrocesso) a San Siro i rossoneri agganciano l'Atalanta al 4° posto a quota 65 punti. Ma i bergamaschi devono ancora giocare (in casa della Juventus) la loro partita della trentasettesima giornata. Si profila un arrivo in volata, col Milan impegnato a Ferrara con la Spal.

Senza Paquetà, squalificato, Gattuso disegna un 4-3-3 con Suso e Borini ai fianchi di Piatek con Calhanoglu fra i centrocampisti. Il 3-5-2 di Baroni prova a innescare le punte Ciano e Trotta. I rossoneri dovrebbero fare la partita, ma combinano veramente poco (a fine primo tempo si sentono fischi dagli spalti). Borini in leggerissimo ritardo su un cross di Suso a porta spalancata e la rasoiata di Bakayoko a fil di palo sono tutto quanto prodotto dal Milan nella prima frazione. Il Frosinone attende e riparte, con buona volontà e qualche idea.

La ripresa si anima subito per merito degli ospiti. Paganini si infila in area e va a contrasto con Abate che lo butta giù. Al 50' sul dischetto si presenta Ciano che non calcia né forte né angolato, Donnarumma intuisce il lato e respinge. Il pericolo scampato sveglia il Milan. Gattuso manda immediatamente in campo Cutrone per Bakayoko e sposta il baricentro in avanti. Occasioni non nitide per Borini e per Kessié, poi arriva il colpo di Piatek. Al 57' Suso mette in area, Borini prova a tirare, ne viene fuori un cross su cui si avventa il polacco a pochi metri dalla porta. Il vantaggio tranquillizza i rossoneri. Suso provvede a mettere in banca i tre punti. Al 66' punizione dal limite con pallone spostato sulla destra, il sinistro dello spagnolo è chirurgico e sbatte sotto la traversa prima di finire in rete. Dionisi (da poco subentrato a Trotta) sbaglia la girata, non facile, su suggerimento di Maiello. Tributo dello stadio alla sostituzione di Abate, che lascia il Milan dopo dieci anni. Negli ultimi minuti ancora protagonista Donnarumma, che respinge la botta ravvicinata di Valzania.
Condividi