Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Serie-A-Inter-e-Roma-chiudono-senza-reti-Mirante-ipnotizza-Lukaku-e-Vecino-2b802f8c-59ed-426b-908f-732228655841.html | rainews/live/ | true
SPORT

Anticipo del venerdì della quindicesima giornata

Serie A. Inter e Roma chiudono senza reti, Mirante ipnotizza Lukaku e Vecino

Le due grosse occasioni per i nerazzurri (complici anche gravi disattenzioni della difesa giallorossa) capitano all'inizio di entrambe le frazioni. Decisivo il portiere che conserva lo 0-0. Per il resto poche emozioni, Conte ora a +2 sulla Juve

Condividi
Finisce senza reti a San Siro l'anticipo della quindicesima giornata fra Inter e Roma. Nerazzurri un po' più pericolosi dei rivali, ma non basta per muovere il risultato. Pari nel complesso giusto. La squadra di Conte ora ha 2 di vantaggio sulla Juventus, che giocherà all'Olimpico contro la Lazio. Ma, soprattutto, è attesa dal fondamentale impegno in Champions contro il Barcellona: solo la vittoria garantisce l'accesso agli ottavi.
        
Assenze pesanti a centrocampo per Conte: Barella, Sensi e Gagliardini. Giocano Vecino, Brozovic e Borja Valero, Candreva e Biraghi sulle corsie. Conta degli infortunati anche per Fonseca: mancano Pau Lopez, Kluivert, Cristante, Pastore e Fazio, Dzeko parte dalla panchina. In porta va Mirante, Zaniolo fa il riferimento offensivo davanti a Perotti, Pellegrini e Mkhitaryan. L'occasionissima per Lukaku, lanciato da un erroraccio di Veretout e ipnotizzato da Mirante, non dà fuoco alle polveri. Fonseca perde anche Santon (entra Spinazzola) già al quarto d'ora. In un primo tempo avaro di emozioni vere, la Roma prova a farsi male da sola. Prima Perotti perde un sanguinoso pallone allimite dell'area, Smalling sventa con tempismo su Vecino; poi Mirante consegna palla a Lukaku in area, la difesa chiude a fatica, Brozovic trova lo spazio ma manda alle stelle da posizione invitante. Proprio in chiusura, problemi anche per Candreva, rimpiazzato da Lazaro.

La ripresa si apre con una nuova grande occasione per i nerazzurri: Borja Valero serve di giustezza l'incursione di Vecino, Mirante si supera in tuffo. Anche in questo caso una giocata che resta isolata per parecchi minuti. Fonseca decide di spendere la benzina che Dzeko ha nel serbatoio per gli ultimi 22' (esce Perotti, Zaniolo arretra nella sua posizione). La chance, però, capita subito all'Inter, con Lautaro che s'infila in area viene chiuso sul tiro da Spinazzola e Mirante. Conte decide Asamoah per Borja Valero, col ghanese che fa l'interno di centrocampo. Nessun effetto concreto, però, lo 0-0 scivola via senza altre emozioni.
Condividi