Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-Serie-A-La-Roma-sbanca-Verona-3-1-e-resta-in-scia-alla-Lazio-a027c859-e2b5-4d48-9c10-38cbc34166ff.html | rainews/live/ | true
SPORT

Il posticipo domenicale della quattordicesima giornata al 'Bentegodi'

Serie A. La Roma sbanca Verona 3-1 e resta in scia alla Lazio

Apre Kluivert, pari immediato di Faraoni. Perotti subentra all'infortunato olandese e trasforma il rigore del nuovo vantaggio al sipario della prima frazione. Nel recupero della gara offre a Mkhitaryan (un altro subentrato) il pallone del tris

Condividi

La Roma sbanca 3-1 il 'Bentegodi, conserva il quarto posto e resta a due punti dalla Lazio terza. Lo stop non sposta il Verona dalla 'parte sinistra' della classifica, segno di un campionato al momento positivo.

Zaccagni e Verre dietro Di Carmine nell'attacco di Juric, Fonseca con i trequartisti Under, Pellegrini e Kluivert ad assistere la punta Dzeko. Un quarto d'ora di studio, poi il lancio di Pellegrini taglia la difesa scaligera e trova pronto Kluivert che sfonda in area e apre lo score (17'). Pochi minuti e il Verona raddrizza la gara con la zuccata precisa di Faraoni ottimamente servito da Zaccagni sul secondo palo (21'). Occasioni per i gialloblù con Faraoni (reattivo Pau Lopez) e Rrahmani (palo esterno), dall'altra parte girata di Pellegrini che batte sul terreno e schizza alta. Tanto lavoro per il Var, che toglie un gol al Verona per fuorigioco a inizio azione. Proprio al 45', Dzeko si muove a ricevere in area e viene ingenuamente trattenuto da Gunter. Rigore che trasforma Perotti, entrato da pochi minuti a sostituire l'infortunato Kluivert.

Ripresa con la Roma che abbassa i ritmi. Occasioni interessanti, di testa, per verre e Smalling. Fonseca concede una mezz'ora a Mkhitaryan, al rientro in campionato dopo l'infortunio. Juric si gioca prima la carta Salcedo, poi, per gli ultimi dieci minuti, Pazzini. I giallorossi, invece chiudono a cinque in difesa, con l'inserimento di Fazio per Dzeko. E al 92', in pieno recupero, mettono il sigillo alla gara proprio col rientrante armeno che spinge in rete l'assist comodo di Perotti.

Condividi