SPORT

Posticipo della ventunesima giornata a San Siro

Serie A. Vecino acchiappa El Shaarawy nel finale, Inter-Roma 1-1

Posta divisa nel match clou della seconda di ritorno. Il 'faraone' sblocca al 31' sfruttando un erroraccio di Santon. Finale arrembante dei nerazzurri. Palo di Icardi, all'86' zuccata vincente dell'uruguaiano

Condividi
Posta divisa fra Inter e Roma, che pareggiano 1-1 nel big-match della seconda di ritorno a San Siro. Nerazzurri appaiati alla Lazio a 43 punti, terzi (ma mercoledì i biancocelesti recuperano la partita interna contro l'Udinese e possono staccarsi). Giallorossi a 40, con la possibilità di aggancio fra tre giorni (altro recupero, in casa della Sampdoria). Le due squadre confermano le difficoltà dell'ultimo periodo (più di un mese e mezzo, al lordo della sosta) e funzionano a corrente alternata: meglio la Roma all'inizio, arrembante e convincente l'Inter nel finale. 

Il neoarrivato Lisandro Lopez è in panchina, Spalletti con Cancelo e Santon sulle corsie basse; Borja Valero al centro dei trequartisti fra Candreva e Perisic. Nel tradizionale 4-3-3 di Di Francesco, Gerson a centrocampo con Pellegrini e Strootman; Nainggolan a sorpresa avanza nel tricente con Dzeko ed El Shaarawy. Sul campo una partita a scacchi, con i nerazzurri che cercano la velocità di Candreva e Perisic (più il primo del secondo) e i giallorossi che pressano alto per recuperare e cercare l'imbucata centrale. La scossa arriva attorno alla mezzora. Occasionissima per Perisic, che riceve da Candreva, controlla bene ma si fa respingere la conclusione da Alisson. Poco dopo (31') rilancio di Alisson per la corsa di El Shaarawy, Santon 'buca' una comoda respinta e il faraone s'invola a superare in pallonetto l'incolpevole Handanovic. Subito la risposta dell'Inter, con Vecino che allunga di testa verso Icardi, conclusione a lato. Spalletti, senza vittorie dal 5-0 al Chievo del 3 dicembre, medita cambiamenti.

E difatti la ripresa comincia con Brozovic al posto di Gagliardini (Borja Valero si abbassa sulla mediana). La Roma, però controlla con sicurezza, anche se Alisson deve intervenire di pugno su un tiro-cross di Perisic diventato pericoloso per la deviazione di Florenzi. Portiere brasiliano attentissimo anche su un tiro da fuori di Candreva al quarto d'ora. Infortunio per Gerson, Di Francesco sceglie Bruno Peres. Contemporaneamente Spalletti inserisce Eder per Candreva. E proprio l'italobrasiliano ha un'ottima chance sul lancio di Miranda: tiro però fiacco, facile per Alisson.  Inter in netta crescita. Discesa di Perisic e cross per la girata volante di Icardi, tocco di Alisson e palo. Di Francesco si copre ulteriormente con Juan Jesus per El Shaarawy, Spalletti cerca freschezza in corsia con Dalbert per Santon. Ancora cross di Cancelo, svetta Eder di testa ma manda alta una palla non difficile. Poi Alisson deve togliere dall'angolino basso un radente al volo di Icardi. Inter tambureggiante. Minuto 86: cross di Brozovic senza contrasto, Vecino si muove bene e impatta di testa pareggiando il match. Per il centrocampista uruguaiano secondo gol in questo campionato, il primo proprio nella gara di andata all'Olimpico. Finisce così, pareggio giusto.
Condividi