Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-campionato-serie-A-Atalanta-Milan-Kessie-Gattuso-0e03154e-7a7d-4dd1-ab36-70a541b6db5d.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Serie A, trentasettesima giornata

Milan, pari europeo a Bergamo: con l'Atalanta finisce 1-1

Rossoneri matematicamente in Europa League, nerazzurri quasi. Per decidere l'ultima qualificata, occorre attendere l'epilogo del campionato. Squadra di Gattuso avanti con Kessié, pari di Masiello nel recupero. Un espulso per parte: Toloi e Montolivo

Condividi
di Nicola Iannello Tanta pioggia, tanti cartellini, tanto nervosismo. Atalanta-Milan finisce 1-1, con la rimonta dei padroni di casa nei minuti di recupero. Lo spareggio per un posto in Europa League premia i rossoneri che salendo a 61 punti hanno la certezza di terminare il campionato almeno al settimo posto, l’ultimo utile per la ex Coppa Uefa. Per gli orobici manca solo la matematica per il gioco dell’eventuale differenza reti con Fiorentina e Sampdoria in caso di arrivo a pari punti.
 
All’“Atleti Azzurri d’Italia” gran lavoro per l’arbitro guida che distribuisce dieci cartellini gialli e due rossi. È stata partita vera su un campo pesantissimo. Così il match delle 18 della domenica della trentasettesima giornata di serie A.
 
Gasperini (in panchina c’è Gritti per la squalifica dell’allenatore) fa tornare Caldara titolare nella difesa a tre al posto di Palomino; De Roon e Freuler in mediana con Castagne e Gosens esterni; in attacco, Cristante a sostegno di Gomez e Barrow. Gattuso con il consueto 4-3-3: Abate sostituisce lo squalificato Calabria sulla destra di difesa; Kessié, Biglia (al rientro) e Bonaventura a centrocampo; Kalinić rileva Cutrone al centro dell'attacco, con Suso e Çalhanoğlu.
 
Si gioca sotto una pioggia battente ininterrotta. Si fa vivo il Milan: sinistro basso di Bonaventura al 7’, Berisha in presa. Il ritmo è compassato. La prima vera insidia di marca atalantina è al 24’, quando Barrow controlla male in area rossonera, sprecando una buona occasione. Sul fronte rossonero, Çalhanoğlu cerca la porta direttamente da punizione decentrata, Toloi sventa di testa. Sempre il difensore brasiliano sbroglia un’altra situazione complicata dopo spizzata di testa di Bonaventura, su calcio franco di Suso. Al 41’ il Milan non capitola grazie a una serie di salvataggi col corpo di Biglia e Rodriguez su tiri ravvicinati di Freuler e Cristante.
 
Il Milan rientra dagli spogliatoi con Montolivo per Biglia. Al 52’ Cristante va al tiro, Bonucci devia, palla sull’esterno della rete. Sul corner, Cristante incorna di testa, Donnarumma respinge in area piccola ma Caldara si divora il gol. Ancora Cristante alla conclusione da fuori, pallone alto. Al 60’ passa il Milan con una bomba di Kessié dai 20 metri su palla respinta da Toloi su filtrante di Montolivo (l’ex nerazzurro non esulta). Dopo 5’ Atalanta in dieci: Toloi commette fallo su Bonaventura, viene ammonito, applaude l’arbitro e viene espulso. La partita si innervosisce e fioccano i cartellini gialli. Brivido per i rossoneri quando Donnarumma repinge in area un tiro di Gomez, arriva Cristante che però non c’entra il bersaglio. Al 75’ Guida fa pari e patta: rosso diretto a Montolivo per un’entrata su Gomez. Gioco spezzettato. All’80’ al tiro Gomez col destro, Donnarumma blocca. Un’altra insidia arriva da Gosens, ma il suo tiro al volo termina largo. Il pareggio dell’Atalanta arriva al 92’ con un colpo di testa di Masiello su traversone di Iličič.
Condividi