Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-campionato-serie-A-Lazio-Immobile-Inzaghi-Sampdoria-d6612a40-0bdb-4f8e-be4a-5e034643e604.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, anticipo della 20ma giornata

Undicesima vittoria di fila per la Lazio, Sampdoria travolta 5-1

All'Olimpico, apre Caicedo, poi si scatena Immobile con una tripletta (due reti su rigore) che lo porta a quota 23 in classifica marcatori. Alla festa del gol partecipa anche Bastos che entra nella ripresa e subito timbra la presenza. Rete blucerchiata di Linetty a risultato acquisto. Biancocelesti terzi a un punto dall'Inter, con una partita da recuperare

Condividi
La Lazio dei record non si ferma più. I biancocelesti stendono 5-1 la Sampdoria all'Olimpico e infilano l'undicesima vittoria di fila, entrando nel club che conta Juventus (4 volte), Roma (2), Inter e Napoli. Ciro Immobile segna tre reti e vola in testa alla classifica cannonieri con 23 gol in diciannove gare (nove su rigore, di cui due oggi). E per Simone Inzaghi si tratta del successo numero 100 da allenatore. In classifica, la Lazio, sempre più terza forza (e forse qualcosa di più…) del campionato, sale a 45 punti, 3 in meno della Juve e solo uno in meno dell’Inter; e questo a parità di partite giocate, in quanto se bianconeri e nerazzurri devono ancora scendere in campo, i biancocelesti devono recuperare il match col Verona, all’Olimpico mercoledì 5 febbraio. Per i blucerchiati (in completo blu da trasferta), undicesimo ko e 19 punti al quint’ultimo posto in classifica: la via della salvezza è ancora lunga. Questo l’esito del primo anticipo della ventesima giornata di serie A, prima del girone di ritorno.
 
Inzaghi con il consueto 3-5-2: Strakosha; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinković-Savić, Lucas Leiva, Luis Albero, Jony; Caicedo, Immobile. Risponde Ranieri con il collaudato 4-4-2: Audero; Bereszyński, Chabot, Colley, Murru; Jankto, Thorsby, Vieira, Linetty; Gabbiadini, Caprari. Arbitra Chiffi di Padova.
 
La Lazio parte a spron battuto inseguendo il record. Al 4’ Luis Alberto sfiora il palo dal limite. Il vantaggio biancoceleste arriva al 7’: Immobile sfonda di forza vincendo due duelli con Chabot e Bereszyński, Audero ribatte la conclusione, Colley si addormenta aspettando che il portiere si rialzi e Caicedo si inserisce per il tap in vincente. Gara virtualmente chiusa poco oltre il quarto d’ora: Murru nella sua area intercetta col braccio un cross di Lazzari, Immobile dal dischetto fa 2-0. Il capocannoniere della serie A firma la sua doppietta al 20’: controlla un lancio di Acerbi, resiste all’intervento di Chabot, scarta anche Audero e in diagonale porta il punteggio sul 3-0. Al 37’ si vede la Samp con un tiro di Caprari che Strakosha mette in corner dopo deviazione di un difensore. Subito prima dell’intervallo, doppia chance per i padroni di casa, ma Acerbi non riesce a segnare, poi Audero compie una grande parata su Luis Alberto.
 
I blucerchiati tornano dagli spogliatori con Ekdal per Jankto. Radu accusa un problema muscolare, al 49’ lo rileva Bastos che dopo 6’ va in rete, scaricando un destro di potenza all’incrocio dei pali su invito di Leiva. Al 58’ Inzaghi inserisce Adekanye per Caicedo. Al 60’ il Var chiama Chiffi per controllare al video un fallo di mano di Colley su tiro di Luis Alberto: su rigore, Immobile vola a 23 reti, solissimo in vetta alla classifica marcatori (65’). Al 66’ Vavro per Acerbi nella Lazio. Al 67’ Augello per Murri e al 71’ Bonazzoli per Gabbiadini tra i blucerchiati. Riduce il passivo la Samp al 70’: Linetty riprende una respinta di Strakosha su tiro di Gabbiadini e insacca dal limite. Ma al 73’ la squadra di Ranieri resta in dieci per il rosso diretto a Chabot, che atterra Bastos lanciato a rete. All’80’ Immobile a un soffio dal poker, evitato da un disturbo in scivolata di Augello. Non c’è recupero e l’Olimpico festeggia i suoi beniamini.
Condividi