Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-posticipi-champions-juventus-allegri-barzagli-atalanta-napoli-inter-fe4fccc8-516a-4a01-8b4c-84d88dca211b.html | rainews/live/ | true
SPORT

37.ma giornata

L'Atalanta 'vede' la Champions, crollo dell'Inter a Napoli (4-1)

Lotta per un posto nell'Europa che conta sempre più incerta. Nerazzurri raggiunti al 3° posto dai bergamaschi che escono con un pari dallo Juventus Stadium (1-1). Squadre ora appaiate a quota 66 punti con una lunghezza sul Milan e tre sulla Roma. Domenica ultima giornata: gli orobici in casa col Sassuolo (anche se si gioca al Mapei Stadium di Reggio Emilia e non a Bergamo), i nerazzurri di Spalletti ospitano l’Empoli al Meazza, i rossoneri a Ferrara con la Spal e la Roma all'Olimpico col Parma

Condividi
Lotta Champions sempre più incerta. L’Inter, travolta al San Paolo dal Napoli (4-1), viene agganciata al terzo posto dall’Atalanta che esce con un pari dallo Juventus Stadium (1-1). Squadre ora appaiate a quota 66 punti con una lunghezza di vantaggio sul Milan e tre sulla Roma. Domenica, da decidere ancora l’orario, ultima giornata con gli orobici che attendono il Sassuolo (anche se si gioca al Mapei Stadium di Reggio Emilia e non a Bergamo), i nerazzurri di Spalletti che ospitano l’Empoli al Meazza, i rossoneri di Gattuso a Ferrara contro la Spal e la Roma, con speranze ridotte al lumicino, all’Olimpico contro il Parma.

Juventus-Atalanta 1-1
Alla sua ultima allo Stadium come allenatore della Juve, Max Allegri contro l’Atalanta schiera Andrea Barzagli (anche lui all’addio tra le lacrime, festeggiato dal club di Andrea Agnelli e da tutti i tifosi bianconeri) dal 1' accanto a Bonucci. Davanti confermato il tridente Dybala-Ronaldo-Cuadrado. Dalla parte opposta Gasperini per il sogno Champions punta sui migliori a disposizione con Ilicic e Gomez alle spalle di Zapata. Bianconeri con il 4-3-3: Szczesny; Alex Sandro, Bonucci, Barzagli, Cancelo; Matuidi, Pjanic, Emre Can; Ronaldo, Dybala, Cuadrado. Orobici col 3-4-2-1: Gollini; Hateboer, Djimsiti, Masiello; Castagne, De Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Ilicic; Zapata. Pronti-via e Cristaino Ronaldo si mangia un gol fatto mandando alto un assist involontario di Emre Can da ottima posizione (1’). Al 28’ sono invece i bergamaschi a sfiorare il vantaggio grazie ad una azione dirompente di Zapata che però col sinistro mette a lato di poco. Atalanta in vantaggio al 33’: corner di Gomez, deviazione di tacco di Masiello per il facile tap-in di Ilicic sul secondo palo. Per lo sloveno è la rete numero 12 in campionato. La Juve prova a reagire, ma i bergamaschi si difendono con ordine.

Nella ripresa altra chance per Cr7 che però in acrobazia manda alle stelle su cross di Bernardeschi, entrato a inizio del 2° tempo al posto di Alex Sandro (51’). Bianconeri in pressione, Hateboer sbroglia rischiando tantissimo su centro di Cuadrado (60’). La Juve trova il pari all’80' con Mandzukic che in spaccata di destro dalla linea di fondo riesce a infilare Gollini: 1-1. Nel finale espulso Bernardeschi: rosso diretto per un’entrataccia su Barrow (92’).
  
Napoli-Inter 4-1

La vittoria del Milan con il Frosinone costringe i nerazzurri a giocarsi tutto a partire dalla sfida contro il Napoli al San Paolo, anche se alla squadra di Luciano Spalletti bastano due punti per l’aritmetica qualificazione. L’allenatore di Certaldo punta su Lautaro Martinez. A destra, recupera Politano. In mezzo Gagliardini con Vecino in panchina. Ancelotti schiera il suo Napoli col 4-4-2: Karnezis; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Milik, Mertens. Inter col 4-2-3-1: Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro. Già in avvio occasione per Mertens che in mezzo all’area manda sopra la traversa un cross di Malcuit. Milik ci prova al 12’, palla potente, ma a lato. Il Napoli passa al 16’ con Zielinski che ai 25 metri prende palla, si sistema il destro per un bolide che supera Handanovic e si infila all’incrocio. Reazione nerazzurra prima con Lautaro Martinez (para Karnezis al 37’) e poi con Nainggolan (a lato al 40’). Chance per Callejon prima del riposo.

Spalletti toglie Politano per far spazio a Icardi. Raddoppio partenopeo al 61’ con Callejon che pesca bene in area Mertens, colpo di testa vincente del belga che firma la rete numero 15. Su una bomba di Lautaro, salva Koulibaly che devia sulla linea mettendoci la testa (68’). Tris Napoli con Fabian Ruiz che deposita in rete dopo una parata di Handanovic su tiro di Milik (71’). Traversa di Martinez al 74’. E’ lo stesso spagnolo a servire il poker entrando in area e trafiggendo di sinistro il povero Handanovc (78’). Il rigore di Icardi (fallo di Albiol sullo stesso argentino) fissa il punteggio sul 4-1 ( 81’).
Condividi