Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-serie-A-Cagliari-batte-Udinese-1b28a463-48ad-447d-9861-251afbe443f0.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Anticipi del sabato con sfide per la salvezza

Genoa 'fuori pericolo', Crotone ko 1-0. Respira il Cagliari, 2-1 all'Udinese. Pari Chievo-Torino

Il gol di Bessa issa i liguri a 38 punti, quota che spesso è valsa la permanenza in serie A. I sardi rimontano i friulani, ormai alla nona sconfitta di fila. Al Bentegodi finisce senza reti, i gialloblù dovranno ancora lottare

Condividi
Primi anticipi del sabato dedicati alla zona pericolosa. Si comincia col successo, in rimonta, del Cagliari sull'Udinese che fa respirare i sardi (che restano comunque pericolanti) e decreta la nona sconfitta di fila per i friulani (sempre più in crisi). Si leva dalle secche (forse definitivamente, 38 punti sono una quota-sicurezza) il Genoa, che batte 2-1 un Crotone bloccato al terz'ultimo posto a 27 punti. Il chievo non sfrutta il turno casalingo col Torino: pari senza reti e un solo punto alla causa gialloblù, ora a quota 30. I granata non alimentano le residue speranze di zona Europa League.

Cagliari-Udinese 2-1
Cagliari in campo col 3-5-2: coppia d'attacco composta da Pavoletti e Sau. Stesso modulo per l'Udinese che propone in avanti Maxi Lopez e Lasagna. Inizio aggressivo da parte dei padroni di casa, l'Udinese alleggerisce la pressione e colpisce al  10’: Barak dribbla tutta la difesa mette in mezzo per Lasagna che non può sbagliare. Reazione veemente del Cagliari che pareggia al 21’: Cigarini su calcio piazzato colpisce il palo e Pavoletti è lesto a buttarla dentro. Sul finire del primo tempo i ritmi si abbassano. A inizio ripresa defezione importante per l’Udinese: si infortuna Lasagna, rilevato da Jankto. Al 68’ Oddo sostituisce un incolore Maxi Lopez con De Paul. Il Cagliari cerca di essere più propositivo a inizio ripresa e Lopez sostituisce Cigarini con Cossu. Lo sforzo rossoblù è premiato all’84’: proprio Cossu serve su corner Ceppitelli che incorna alla perfezione. E’ raddoppio Cagliari. Finale piuttosto nervoso e gioco spezzettato ma la reazione dei fiulani è blanda e per l’Udinese è la nona sconfitta consecutiva.

Genoa-Crotone 1-0
Medeiros e Galabinov le scelte offensive di Ballardini. Zenga col solito 4-3-3, Trotta, Simy e Ricci gli avanti. Parte a tambur battente il Genoa. Al 10' Irrati indica il dischetto per un contatto fra Medeiros e Cordaz in uscita, il Var fa correggere la decisione (la punta 'butta via' il pallone e cerca il contatto). Crotone troppo schiacciato in difesa. Al 28' Medeiros raccoglie una respinta corta e serve l'inserimento di Bessa, che di testa supera Cordaz. Il vantaggio raffredda la foga del Genoa, il Crotone sale. Perin imperfetto di pugno sul cross di Ajeti, palla consegnata a Faraoni che sciupa. Prima dell'intervallo Bessa manca la doppietta servito a due metri dalla porta da Hiljemark. Secondo tempo più compassato per i padroni di casa, il Crotone prende campo anche se è poco efficace negli ultimi 16 metri. La partita ha una fiammata nel finale. Ricci va vicinissimo al pari al 78': su cross di Martella, il n.11 salta di testa indisturbato ma prende il palo. Risposta genoana con Cofie che, servito da Pandev al limite dell'area, sfiora il montante. Ma soprattutto con un'insistita azione che parte da Galabinov, si sviluppa con Cofie che prende una respinta, viaggia su Pandev che indirizza a Bertolacci: il centrocampista prima è chiuso dall'ottima uscita di Cordaz, poi colpisce la traversa. Cinque di recupero, il Crotone non riesce a essere pericoloso.

Chievo-Torino 0-0
Maran a caccia di punti salvezza, punte del 4-4-2 sono Inglese e Stepinski (l'autore del gol del vantaggio a Napoli). Granata con flebili speranze di agganciare il treno Europa League, Mazzarri si affida a Belotti col sostegno di Ljajic e Iago Falque. Ritmi molto blandi fin dalle prime battute, i padroni di casa non fanno molto per nuovere il pari. I granata sembrano tenerci di più. Emozioni col contagocce, la prima la regala una incertezza di Burdisso che, pressato da Inglese, mette in difficoltà il suo portiere. Subito la risposta degli ospiti: Ansaldi si libera di due difensori e scarica il sinistro sul palo. Belotti mette di poco a lato l'assist di Ljajic. Secondo tempo sullo stesso canovaccio. Le poche emozioni sono confinate nel finale. Un erroraccio di Sirigu su cross di Hetemaj libera Cacciatore solo davanti alla porta sguarnita: il clivense si aggiusta il pallone e spara incredibilmente alto. All'88' bruttissimo intervento di Bani su Bonifazi (subentrato a N'Koulou), il Chievo chiude la gara in dieci.
Condividi