Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/calcio-serie-A-Roma-Sassuolo-Berardi-4b279ba6-a47e-4214-a262-73f2867b6e2b.html | rainews/live/ | true
SPORT

Serie A, posticipo delle 18

Prima vittoria per la Roma: 4-2 al Sassuolo all'Olimpico

Avanti di quattro gol dopo 33' minuti, i giallorossi ne subiscono due da Berardi nella ripresa. L'attaccante neroverde balza in vetta alla classifica marcatori con cinque reti. Un palo colpito da Defrel nel primo tempo, tre legni romanisti nel secondo

Condividi
Festa giallorossa all’Olimpico, dove la Roma coglie il primo successo, dopo il pareggio interno col Genoa e quello nel derby. Ne fa le spese il Sassuolo, battuto 4-2 in una partita dai due volti, che sembrava chiusa dopo poco più di mezz’ora. I neroverdi (in tenuta a righe biancoverdi orizzontali), reduci dalla sconfitta col Torino e dal successo sulla Sampdoria, restano a 3 punti. Così la partita domenicale delle ore 18 della terza giornata di campionato.
 
Fonseca schiera il 4-2-3-1: Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Mancini, Kolarov; Cristante, Veretout al debutto; Kluivert, Pellegrini, Mkhitaryan pure lui all’esordio; Džeko. Risponde De Zerbi con il 4-3-1-2: Consigli; Marlon, Chiriches, Ferrari, Peluso; Duncan, Obiang, Locatelli; Berardi; Caputo, Defrel. Arbitra Chiffi di Padova.
 
Subito Var protagonista dopo 2’: per una scivolata di Peluso su Kluivert, l’arbitro indica il dischetto, ma le immagini lo fanno ricredere. Al 12’ Consigli mette in corner una conclusione insidiosa si Džeko; da destra batte Pellegrini per l’incornata vincente sul primo palo di Cristante. Al 16’ Defrel colpisce il palo, il pallone rimbalza sulla schiena di Lopez per il tap in vincente di Caputo, ma in fuorigioco. Dal possibile pareggio emiliano al raddoppio giallorosso: Kolarov centra da sinistra, Džeko ci mette il piattone, Consigli non riesce a respingere e la palla carambola in rete (20’). Partita chiusa al 22’: torre di Džeko, filtrante di Pellegrini e rasoiata mancina di prima intenzione di Mkhitaryan. Reazione Sassuolo con un destro a fil di palo di Locatelli. Ma al 33’ arriva il poker romanista con Kluivert, lanciato a rete in campo aperto da Pellegrini: l’olandese resta freddo e fulmina Consigli (33’).
 
La musica non cambia nel secondo tempo. Un sinistro sporcato di Pellegrini scheggia il palo alla destra di Consigli. Legno anche per Džeko che colpisce la traversa di testa. Inopinatamente, segna il Sassuolo con una grande punizione di Berardi che tocca la traversa e rimbalza entro la linea di porta (53’). Intanto continua la sagra dei legni giallorossi: lo centra Mancini con un colpo di testa su punizione di Kolarov. Chance di accorciare le distanze sui piedi di Caputo, ma è solo corner. Centra il bersaglio ancora Berardi al termine di una pregevole azione: l’attaccante balza in vetta alla classifica cannonieri con cinque reti (72’). Nel recupero, “quasi gol” di Pastore (dall’84’ per Pellegrini) e di Caputo.
Condividi