FOOD

Caldo, la nutrizionista: verdure, frutta e pollo sulla tavola d'estate

Condividi
Disidratazione, spossatezza, mal di testa. La prima difesa contro il grande caldo di questi giorni si costruisce a tavola, secondo Valeria Del Balzo, biologa dell'Università La Sapienza di Roma, che stila il menu ideale per la tavola d'estate, a base di tanta verdura, frutta e pollo per mantenere un buon equilibrio fisico. Ecco i consigli dell'esperta:

1) Bere acqua per contrastare la disidratazione e no alle bevande dolci "Sarà banale, ma giova ripeterlo: con il caldo tendiamo a perdere liquidi, per questo un'idratazione costante è importante - ricorda Del Balzo - bisogna bere almeno 8 bicchieri al giorno, circa 1 litro e mezzo. E ridurre le bevande zuccherate, non dissetano e sono caloriche".

2) Via libera alla verdura di stagione. "Cercate, per quanto possibile, di mangiare verdure crude, e prediligete cotture leggere che non appesantiscano la digestione - raccomanda la nutrizionista - bene al forno, alla griglia, al vapore, da evitare o ridurre al minimo pastelle o condimenti eccessivi. Soprattutto in spiaggia, è importante non avere tempi di digestione troppo lunghi".

3) Frutta, un aiuto in più per idratarsi. La frutta estiva è ricca d'acqua, dal melone all'anguria, passando per pesche, albicocche o prugne. "Buona norma è consumare circa 3 porzioni di frutta al giorno, che oltre all'acqua, apporta sali minerali e fibra", dice Del Balzo.

4) Gli estratti non sono sostituti di frutta e verdura "Con gli estratti si perde la fibra contenuta in questi alimenti - spiega Del Balzo - che ha una funzione fondamentale perché aumenta la sazietà e ci porta a mangiare meno, oltre a svolgere un ruolo importante per il funzionamento del nostro intestino. Con gli estratti di frutta si rischia anche di eccedere con gli zuccheri".

5) Pollo a tavola. "E' un'ottima fonte di proteine ed è caratterizzato da un'elevata digeribilità, nonché da un ragionevole apporto calorico (100 kcal per 100 grammi di petto di pollo) e un ridotto contenuto in grassi (da 1 a 6 grammi per 100 grammi di prodotto, a seconda delle parti utilizzate). Inoltre - prosegue la nutizionista - il pollo è anche una fonte eccellente di quei micronutrienti come il potassio e il calcio, nonché di vitamine del gruppo B, necessari per mantenere in equilibrio le attività del sistema nervoso e quindi prevenire ogni stato di affaticamento dovuto all'eccessivo caldo".

6) A dieta in vacanza. Tra cene fuori e aperitivi, è più difficile prestare attenzione alla propria alimentazione e per chi si trova a combattere contro qualche kilo in più può essere un'impresa. Ma con qualche accorgimento ci si può riuscire: "Prima di tutto aumentate l'attività fisica: con un dispendio calorico maggiore ci si può concedere qualche vizio in più", suggerisce. E al momento dell'aperitivo "invece di patatine, olive e noccioline, preferite qualcosa di più sostanzioso, come una pasta fredda, cous cous, insalata di riso e usate l'aperitivo come cena. Salatini &Co aprono lo stomaco senza saziare. Cercate poi di evitare l'alcol e cocktail troppo zuccherati". Infine, "in previsione di una cena fuori, compensate con un pranzo leggero a base di insalata e frutta".
Condividi