Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/cammina-italia-viaggio-lento-nel-paese-reale-0df26118-e4f1-4c46-a63f-44e8790645a1.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Il reportage

Cammina Italia, viaggio lento nel Paese reale

Dalle zone ferite dal terremoto allo svuotamento dei piccoli Comuni alle periferie delle grandi città: un racconto 'lento' del Belpaese

Condividi
di Alfredo Di Giovampaolo A piedi in giro per l’Italia, lungo un itinerario che ci racconta il Belpaese dal punto di vista sociale, economico, culturale. Ogni cammino un tema (il terremoto, lo spopolamento, le periferie) e lungo il tragitto, le storie di persone e luoghi che ci raccontano il Paese reale.

Il cammino è uno strumento narrativo, che ci consente di scoprire “lentamente” le contraddizioni e le risorse della società italiana. Un punto di vista diverso da quello imposto dai tempi frenetici della vita moderna. Un modo per riflettere, approfondire, conoscere e capire meglio gli italiani, le loro storie, le loro vite.

Cammina Italia. Un viaggio lento alla scoperta del volontariato 
Più di sei milioni e mezzo di persone, in Italia, dedicano parte del proprio tempo libero ai più bisognosi. Parliamo del volontariato che, nel nostro paese si occupa di anziani, poveri, migranti, malati e interviene nelle grandi emergenze. "Cammina Italia" attraverserà oggi la necropoli della banditaccia, a pochi chilometri da Roma. Un'area resa fruibile proprio grazie al lavoro dei volontari. Il reportage lento di Alfredo Di Giovampaolo



Cammina Italia. A piedi nelle zone terremotate, tra disagi e ritardi
E' passato da pochi giorni il terzo anniversario del terremoto - della scossa più forte - che il 30 ottobre 2016 ha colpito il centro Italia. Noi continuiamo a raccontare le storie e i disagi delle popolazioni che vivono in quelle terre anche al di là delle celebrazioni. Oggi lo facciamo con "Cammina Italia", il reportage lento di Alfredo Di Giovampaolo, partito da una frazione di Ussita.




Cammina Italia. A piedi, in bicicletta e in treno per vivere meglio
È possibile fare a meno dell’automobile per spostarsi in città, o da un paese all’altro? I reportage lenti di “Cammina Italia” solitamente si svolgono a piedi, ma in questa puntata abbiamo utilizzato anche altri mezzi, più rispettosi dell’ambiente e della salute. Bicicletta, treno, car pooling, sono solo alcuni dei sistemi utilizzati per muoversi nei piccoli e grandi centri urbani da chi promuove la cosiddetta mobilità sostenibile. Con quali benefici? Lo abbiamo scoperto partendo dalla provincia di Livorno e girando l’Italia alla scoperta di piccoli esempi di buone pratiche.




In cammino tra le contraddizioni del lavoro
Siamo andati tra le miniere del Sulcis-Iglesiente, per raccontare la nascita della civiltà industriale in Italia, con le contraddizioni che ancora oggi ci portiamo dietro: la scelta tra lavoro e salute, tra occupazione e tutela dell’ambiente, tra sicurezza e produttività. Un viaggio a piedi nel mondo del lavoro che dalle miniere - ormai chiuse e trasformate in parco geominerario - ci porta fino alle industrie in crisi di Portovesme, prima tra tutte l’Alcoa. È sempre possibile la riconversione? Si può immaginare un’industria compatibile con l’ambiente? Fino a che punto i lavoratori devono rinunciare ai propri diritti e alla propria sicurezza - a volte a costo della vita - in cambio di un posto di lavoro? Cerchiamo di rispondere a questi interrogativi nel nostro reportage lento, nel cuore del Paese reale.


 
Ai margini delle città
Spesso la cronaca si occupa delle periferie, che poi tornano a essere ignorate. Eppure in questa parte di città, di tutte le maggiori città italiane, vivono milioni di cittadini. Con le contraddizioni, i disagi, ma anche la voglia di rendere migliore la qualità della vita nel proprio quartiere. Droga e teatro, criminalità e street-art, sono solo alcuni degli ossimori che caratterizzano questa parte di ambiente urbano. Il nostro cammino si è snodato tra i quartieri della periferia romana, passando per Milano, Napoli e Perugia.


 
Il Belpaese che scompare
In Italia, da decenni, è in atto un inesorabile e costante svuotamento dei piccoli Comuni, soprattutto montani o a vocazione agricola. Grazie al “Cammina Molise” abbiamo raccontato un Paese che perde ogni anno più di 100 mila abitanti. Quali sono le cause? I possibili rimedi? Abbiamo cercato le risposte nei centri interessati dal fenomeno e quelli in cui si stanno mettendo in campo iniziative per trasformare l'isolamento in opportunità.



A piedi nelle “terre mutate”
Un cammino da Fabriano a L’Aquila, attraversando le zone del centro Italia colpite dal terremoto del 2016. Il Cammino delle Terre Mutate diventa il modo per fare il punto della situazione sulla ricostruzione e sui tentativi di non far morire quelle zone ferite dal sisma.

Condividi