Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/catalogna-puigdemont-sara-arrestato-per-udienza-9c2c2d3e-1495-475d-8628-8066aa30949b.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il Presidente catalano destituito: pronti a collaborare

Catalogna. Media: Puigdemont sarà fermato con i suoi 4 ex ministri per udienza nelle 'prossime ore'

Sarà il giudice a decidere se arrestare i cinque, liberarli a determinate condizioni o respingere la richiesta di arresto
 

Condividi

La Procura di Bruxelles ordinerà alla polizia di arrestare l'ex presidente della Generalitat catalana, Carles Puigdemont e i suoi ex ministri regionali, ancora prima che venga designato il giudice che deciderà sul mandato di arresto europeo nei confronti dei componenti del governo destituito. Lo hanno reso noto fonti del ministero dell'Interno belga. Secondo quanto riportano oggi alcuni media - citando fonti della magistratura - i fermi potrebbero avvenire già "nelle prossime ore". Per conferme bisogna comunque attendere le 14 quando il pool della Procura annuncerà le modalità con cui procedere.

La procura belga già ieri ha confermato di aver ricevuto dalla Spagna un mandato d'arresto europeo per Puigdemont e quattro suoi ex ministri. A questo punto dovrà essere nominato un giudice d'istruzione, spiega il quotidiano 'Le Soir'. Una volta nominato il giudice d'istruzione, i cinque catalani dovranno comparire entro 24 ore davanti a questo magistrato, afferma un comunicato del ministro della Giustizia Koen Geens, che spiega la procedura da seguire.


Sarà il giudice a decidere se arrestare i cinque, liberarli a determinate condizioni o respingere la richiesta di arresto. Nei primi due casi, il dossier sarà trasferito ad un tribunale di prima istanza che avrà 15 giorni di tempo per decidere sulla richiesta spagnola di estradizione. Un'eventuale richiesta di appello dell'accusa o la difesa potrà essere presentata nei successivi 15 giorni. Un ulteriore appello potrebbe poi essere presentato in Cassazione.

Nell'ambito del mandato d'arresto europeo, il paese esecutore (il Belgio) ha 60 giorni di tempo dalla data dell'arresto per decidere sull'estradizione, con una possibile proroga di altri 30 giorni in caso di circostanze eccezionali. Se viene concessa l'estradizione, questa avverrà entro dieci giorni. Nello spiegare la procedura, il comunicato di Geens sottolinea che il potere esecutivo "non svolge alcun ruolo" nella esecuzione di un mandato d'arresto europeo.

Puigdemont - tramite il profilo twitter -  ha detto di essere pronto a collaborare pienamente con la giustizia belga dopo il mandato d'arresto europeo emesso dalla Spagna.


 
Condividi