Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/catalogna-referendum-indipendenza-9-novembre-madrid-martedi-ricorso-corte-costituzionale-7a3a053e-8713-463f-9387-90e174cd7a42.html | rainews/live/ | true
MONDO

Lunedì il Governo si riunirà per fare appello alla Corte costituzionale

La Catalogna sfida Madrid: si al referendum il 9 novembre

Il presidente della Catalogna Artur Mas ha firmato il decreto per indire un referendum sull’indipendenza dalla Spagna. Il Premier, Mariano Rajoy, ha già annunciato che lunedì riunirà il Governo per decidere se presentare appello alla Corte costituzionale e bloccare il voto. 

Condividi
Barcellona Dopo l'annuncio di ieri, Il presidente della regione autonoma Artur Mas, questa mattina - alla presenza dei rappresentanti del Parlamento della Catalogna e dei partiti politici che appoggiano il voto - ha firmato il decreto che fissa il referendum per l'indipendenza dalla Spagna per il 9 novembre. Il quesito su cui saranno chiamati ad esprimersi i cittadini della Catalogna è articolato in due domande: 'Volete che la Cata­lo­gna sia uno stato?' e 'Se sì, volete che sia indipendente?'.

Una vera e propria sfida al Governo di Mariano Rajoy che ha già annunciato una riunione d'emergenza per lunedì con l'obiettivo di presentare appello alla Corte Costituzionale. La legge catalana, utilizzando la parola 'consultazione', avrebbe aggirato la Costituzione spagnola che all’articolo 22 non permette che si tengano referendum se non includono tutti i cittadini del Paese e attribuisce, quindi,  allo Stato centrale la competenza esclusiva di indire un referendum e impedisce che una sola comunità possa convocarne uno sull’autodeterminazione. Il ricorso ad ogni modo sospenderebbe automaticamente la convocazione alle urne. 

Se la Corte dovesse bocciare la consultazione, il governo di Barcellona dovrà decidere se proseguire comunque con il referendum, innescando però uno scontro istituzionale con i massimi organi dello Stato. La Catalogna, una delle regione più ricche della Spagna, da anni cerca di ottenere l'indipendenza dallo stato centrale e l'esperienza scozzese ha sicuramente galvanizzato gli animi più autonomisti. 
Condividi