Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/centrodestra-salvini-siamo-gli-unici-a-occuparci-di-pensioni-e-lavoro-meloni-sostegno-a-famiglie-3bba4deb-5274-48f8-ae1f-9e29d4a3c9ff.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Berlusconi vola a Bruxelles

Centrodestra. Salvini: siamo gli unici a occuparci di pensioni e lavoro. Meloni: sostegno a famiglie

Il leader della Lega: 'Italia non ha bisogno di garanti, siamo una Repubblica libera e sovrana che è stata calpestata dagli interessi di Bruxelles e Berlino, quindi sono gli italiani a dover essere garantiti da questo". Il Presidente di Fdi: nome del candidato nel Lazio arriverà nelle prossime ore

Condividi
"Renzi ha provato a governare per 1000 giorni e gli italiani l'hanno bocciato. Lui è il passato". Lo afferma il segretario della Lega Nord Matteo Salvini in visita al mercato di via Moretto da Brescia a Milano. 

Il leader della Lega sulle liste poi dice: "verranno depositate entro domenica: saranno liste forti, equilibrate e sono ben contento che tanta gente si stia mettendo a disposizione della Lega. Noi ce la vediamo con 60 milioni di italiani e sono contento che finalmente il 5 marzo si torna in ufficio: Fontana come governatore di Regione Lombardia e, se gli italiani vorranno, con il primo presidente del Consiglio nella storia della Repubblica che arriva dalla Lega, con le idee, la concretezza, la forza e il coraggio della Lega", conclude. A chi gli chiede se faranno un appello nel caso dalle urne uscissero senza una maggioranza, replica "No, avremo una maggioranza sia di percentuali e sia di seggi".

Rispondendo a Massimo D'Alema che parla di "deriva neofascista" della Lega, Salvini replica: "Siamo in un quartiere dove molti una volta votavano sinistra. Siamo rimasti gli unici a occuparci di pensioni, lavoro e operai. Quindi D'Alema vive su un altro pianeta, ma non mi preoccupa. La campagna elettorale e la vita sono troppo brevi per farsi problemi per D'Alema o la Boldrini". Sul viaggio che vede - da oggi - Silvio Berlusconi impegnato in una girandola di incontri a Bruxelles, sottolinea: "L'Italia non ha bisogno di garanti, siamo una Repubblica libera e sovrana che è stata calpestata dagli interessi di Bruxelles e Berlino, quindi sono gli italiani a dover essere garantiti da questo". L'ex cavaliere - ieri sera - aveva sottolineato: "Con l'Europa bisogna ragionare e parlare con tutti, alzando i toni non si ottiene nulla. Bisogna prima di tutto esserci in Europa e poi convincerli a venire dalla tua". 

Meloni: dobbiamo incentivare famiglie a fare figli
"Il punto del programma del centrodestra che sicuramente mi rappresenta di più è l'imponente piano di sostegno alla natalità mai fatto in Italia voluto da Fratelli d'Italia". Lo dice Giorgia Meloni a Radiouno Rai.

"Se non invertiamo i dati sulla demografia la nostra nazione è destinata a scomparire. Se in Italia non torniamo a fare figli non può reggere il sistema di protezione sociale, non può reggere il sistema pensionistico, non può reggere il sistema sanitario: abbiamo una società che sta invecchiando in maniera estremamente veloce e questo significa che avremo sempre molte più persone da mantenere di quante lavorino per mantenerle", spiega la leader di Fdi.

"La soluzione è incentivare le famiglie a fare i figli, aiutare le giovani coppie a essere stabili, fare in modo che i servizi possano funzionare, che ci siano asili nido gratuiti per tutti, che le donne non debbano scegliere tra il mettere al mondo un bambino e un posto di lavoro, che le aziende non debbano discriminare o si trovino sempre a dover preferire un uomo ad una donna in età fertile perché non conviene assumerla - spiega la Meloni -. Fratelli d'Italia ha chiesto alla coalizione di scrivere nero su bianco il Piano di incentivo alla natalità e abbiamo pronto un pacchetto di proposte importanti e precise che metteremo in atto una volta al governo".

Sulla candidatura del Lazio, Giorgia Meloni anticipa che il nome arriverà nelle prossime ore e precisa: "c'è il tentativo di non replicare qualcosa che ha già diviso e che ha favorito la vittoria dei 5 stelle meno di due anni fa a Roma. Lo stiamo ancora pagando e lo stanno pagando tutti i romani". Sul candidato che verrà scelto per rappresentare il centrodestra, precisa: "Vedremo se Pirozzi dovrà fare un passo indietro. Noi individueremo il candidato che secondo noi è il migliore per vincere, per rappresentare i bisogni dei cittadini, e mi aspetto che tutti ci aiutino per aiutarci a raggiungere questo obiettivo. La decisione arriverà nelle prossime ore ma spero che saremo tutti nella stessa unità di intenti".
Condividi