Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ciclismo-Tour-France-Ewan-Viviani-Sagan-Groenewegen-Albi-Tolosa-7aa89bd8-f04c-48ae-964f-ad183a44f92c.html | rainews/live/ | true
SPORT

Tour de France, 11ma tappa

Si sblocca l'australiano Ewan nello sprint di Tolosa

Prima vittoria del velocista che viene dall'altro emisfero. Beffato l'olandese Groenewegen grazie al colpo di reni. Terzo Elia Viviani. Alaphilippe sempre in giallo. Ora la Grand Boucle va sui Pirenei

Condividi
Caleb Ewan “brucia” al fotofinish Dylan Groenewegen sul rettilineo di Tolosa, dove terzo finisce Elia Viviani davanti a Peter Sagan. L’undicesima tappa del Tour, da Albi per 167 km, propone la volata del gruppo, come da copione. L’australiano si sblocca in rimonta con un gran colpo di reni che fulmina l’olandese, già vincitore a Chalon-sur-Saône.
 
In classifica generale, non cambia nulla in vetta. Il francese Julian Alaphilippe resta leader con 1’12” di vantaggio sul vincitore 2018, il gallese Geraint Thomas, e con 1’16” sul colombiano Egan Bernal.
 
La frazione vive sulla fuga fin dalla partenza di quattro corridori: i francesi Lilian Calmejane, Anthony Perez e Stéphane Rossetto (già protagonista di altri tentativi di evasione), e il belga Aimé De Gendt. I fuggitivi raggiungono un vantaggio massimo di 2’55”, poi il gruppo si sveglia, li tiene per un po’ “a bagnomaria” e poi va a raggiungerli: l’ultimo ad alzare bandiera bianca è De Gendt, ripreso quando mancano 4,5 km al traguardo.
 
La dodicesima tappa porterà la Grande Boucle sui Pirenei, con la Tolosa-Bagnères de Bigorre, che presenta l’ascesa ai 1.569 del Peyresourde e ai 1.564 dell’Hourquette d’Ancizan, entrambi Gran premi della montagna di prima categoria, l’ultimo a -30 km dall’arrivo.
Condividi