Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/ciclismo-seconda-tappa-giro-ackermann-viviani-878c3c54-d67a-48bc-8f2e-357590dd32a4.html | rainews/live/ | true
SPORT

Seconda tappa

Giro d'Italia, Ackermann beffa in volata Elia Viviani

A Fucecchio, nella seconda tappa,  sprint vincente dello sprinter tedesco che mette in fila il campione d'Italia, Caleb Ewan (Aus) e Fernando Gaviria (Col). Lo sloveno Primoz Roglic, giunto assieme a tutti i migliori con 5" di distacco, resta in maglia rosa

Condividi
Grande volata di Pascal Ackermann nella seconda tappa del Giro d’Italia (Bologna-Fucecchio, 205 km). Il tedesco della Bora-Hansgrohe brucia allo sprint il campione d’Italia Elia Viviani, l'australiano Caleb Ewan e il colombiano Fernando Gaviria. Quinta piazza per il francese Arnaud Demare che precede Davide Cimolai. Lo sloveno Primoz Roglic, giunto in gruppo così come tutti i migliori a 5" dai velocisti, resta in maglia rosa.
          
Frazione nervosa, caratterizzata da una fuga scattata praticamente dal via, dopo 2 chilometri: ci sono, tra gli altri, Giulio Ciccone (miglior tempo sabato nell'ascesa del San Luca a Bologna), Frapporti e Cima. Il ruppetto degli otto fuggitivi, massimo vantaggio 4'40”, esplode letteralmente nell’ascesa del Castra (Montalbano, GpM di 3.a categoria) sotto l’azione di uno scatenato Ciccone. Restano con lui, Marco Frapporti, il polacco Lukasz Owsian e il francese Francois Bidard. Il gruppo si avvicina e ai piedi del San Baronto siamo sotto al minuto di ritardo. Sul GpM di 4.a categoria passa davanti a tutti ancora Ciccone.  I quattro reggono fino ai -7, quando c’è il ricongiungimento, dopo una fuga durata ben 195 km, con il gruppo trascinato dalle squadre dei velocisti. Tutti compatti verso la volatona sul traguardo di Fucecchio.

Domani la terza tappa, da Vinci ad Orbetello (220km), altra occasione per i velocisti del gruppo con Elia Viviani, così come Ewan, Gaviria e Demare, a caccia della rivincita su Ackermann.
Condividi