Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/consob-savona-milano-cd7eebba-c71d-4de9-b6f4-6a04c2f48b7b.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Milano

Savona: ​"Sostenibile debito al 200%, pregiudizi infondati sull'Italia"

Prima relazione da presidente della Consob: "Nessuna ipotesi di insolvenza del nostro debito pubblico"

Condividi
I sospetti sulla possibile insolvenza del debito pubblico italiano sono "oggettivamente infondati". Lo ha detto il presidente della Consob, Paolo Savona, nel suo intervento all'incontro annuale con il mercato. Savona ha portato l'esempio del Giappone. "Se la fiducia nel Paese è solida e la base di risparmio sufficiente, livelli di indebitamento nell'ordine del 200% rispetto al Pil non contrastano con gli obiettivi economici e sociali perseguiti dalla politica".

Per Savona "ciò non significa che non esista un limite all'indebitamento, ma, come insegna un elementare criterio di razionalità economica, per garantirne la sostenibilità il suo saggio di incremento deve restare mediamente al di sotto del saggio di crescita del Pil. Ogni indicatore che comporta l'esistenza di un limite oggettivo alla crescita, come l'output gap, resta privo di validità storica e pratica, ancor prima che logica".

Ma "se il criterio di razionalità indicato venisse accettato a livello europeo e fosse rispettato dalle autorità di governo, si restituirebbe a debiti sovrani, incluso quello italiano, la dignità di ricchezza protetta che a essi attribuiscono giustamente gli investitori. Il raggiungimento di questa condizioni allontanerebbe i sospetti sulla possibile insolvenza del nostro debito pubblico, oggettivamente infondati".

A Palazzo Mezzanotte gotha finanza
Per l'incontro annuale coi mercati finanziari della Consob e per la relazione del presidente della Commissione, Paolo Savona a Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana, si è ritrovato il gotha della finanza italiana. In platea anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, e il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco; per la politica presente anche il presidente della commissione Bilancio della Camera, Claudio Borghi. 

Giorgetti: relazione Savona mi è piaciuta molto
"Mi è piaciuta molto". Così Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, dopo l'incontro annuale Consob con il mercato finanziario a Milano, ha risposto ai cronisti che gli chiedevano se la relazione del presidente Consob Paolo Savona gli fosse piaciuta.

Presenti amministratori delle principali società
Numerosi i presidenti e amministratori delegati delle principali società italiane: presenti i presidenti di Generali e Unicredit, Gabriele Galateri di Genola e Fabrizio Saccomanni, quello di Banca Bpm, Carlo Fratta Pasini, l'ad di Unipol, Carlo Cimbri, i vertici di Ubi Banca, Victor Massiah e Letizia Moratti, e l'ad di Mediobanca, Alberto Naghel. Molti anche gli esponenti del mondo industriale: presenti ad e presidente di Saipem, Stefano Cao e Francesco Caio, il presidente di Snam Luca Dal Fabbro, Pietro Salini, che guida Salini Impregilo, Fulvio Conti, presidente di Tim. In platea anche due dei tre commissari di Carige, Fabio Innocenzi e Pietro Modiano.

Condividi