Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/conte-nessun-incarico-di-governo-per-savoini-era-a-Mosca-con-salvini-213e3fd8-80ae-465c-8b8e-b07dd5c85ddc.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Il premier al Senato

Conte: "Nessun incarico di governo per Savoini, era a Mosca con Salvini"

Il presidente del Consiglio in aula per l'informativa sui presunti fondi russi alla Lega. I senatori del M5s escono per protesta contro le parole di Conte sulla Tav. Il Pd annuncia una mozione di sfiducia nei confronti di Salvini. Stamane il vicepremier: parole Conte? Mi interessano meno zero 

Condividi
"Sulla base delle informazioni disponibili alla presidenza del consiglio posso precisare che il signor Savoini non riveste e non ha rivestito incarichi formali di consulente esperto di questo governo. Era presente a Mosca il 15 e 16 luglio 2018 a seguito del ministro Salvini". Lo afferma il premier Giuseppe Conte nell'informativa al Senato sui fondi russi.

"Salvini è stato presente a Mosca anche il 15 luglio 2018 per la finale del mondiale di calcio e il 16 luglio 2018 per l'incontro con le controparti russe. In quella occasione fu notificata alle controparti russe dalla nostra ambasciata la composizione della delegazione italiana su indicazione del protocollo del ministero dell'Interno: la delegazione ufficiale comprendeva anche il nominativo del signor Savoini", sottolinea il presidente del Consiglio.

La Tav
"In ogni occasione di interlocuzione con i partner francesi e le istituzioni europee ho sempre sostenuto con chiarezza la volontà dell'Italia di ridiscutere l'opera, nell'interesse del Paese, non mio personale, e dei cittadini italiani", ha detto poi Conte parlando della Tav. I senatori del M5S sono usciti dall'Aula quando il premier ha iniziato il suo intervento sui presunti fondi russi alla Lega. La protesta, ha spiegato il senatore pentastellato Michele Gianrusso, è legata" alle dichiarazioni di Conte sulla Tav.

Il Parlamento
"A questo consesso tornerò ove mai dovessero maturare le condizioni per una cessazione anticipata del mio incarico", ha detto Conte, aggiungendo: "Se oggi sono qui davanti a voi è in ragione del mio ruolo, è per il profondo rispetto che nutro nei confronti di quest'Aula. Non mi sono mai sottratto all'interlocuzione con il Parlamento. Il confronto è la vera essenza della nostra forma di governo".

La sfiducia
"Nell'immediato il Pd presenterà una mozione di sfiducia nei confronti del ministro Salvini che scappa dalle sue responsabilità". Lo ha annunciato il capogruppo Dem al Senato Andrea Marcucci, al termine dell'informativa di Conte in Aula.

Salvini, parole Conte? Mi interessano meno zero 
"Mi interessano meno di zero". Così il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha commentato su Radio anch'io le parole del premier Giuseppe Conte ieri in Senato."Mi alzo ogni mattina per andare al Viminale per lavorare - ha aggiunto -. Io finché posso far le cose sto al governo, se dovessi accorgermi che sto al governo per non fare le cose...".
Condividi