Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/copasir-lega-volpi-presidente-elezione-45b9f431-396d-4771-87a9-1f48b81056de.html | rainews/live/ | true
Rai News
POLITICA

L'incarico spetta per legge a un esponente dell'opposizione

Copasir: 6 voti a favore e 3 schede bianche, il leghista Raffaele Volpi eletto presidente

C'erano dubbi sull'opportunità di affidare l'incarico a un esponente della Lega, ma alla fine il centrodestra si è trovato unito sul nome e dalla maggioranza è arrivato il voto che ha permesso di giungere all'elezione

Il leghista Raffaele Volpi, ex sottosegretario alla Difesa, è stato eletto presidente del Copasir. Ha ottenuto 6 voti. Le schede bianche sono state 3, un voto è andato a Elio Vito di Forza Italia. L'elezione ha dissipato i "dubbi" presenti all'interno della maggioranza, fino a questa mattina, rispetto alla possibilità di affidare a un parlamentare della Lega la presidenza del Copasir.

Incarico all'opposizione
L'incarico spetta per legge a un rappresentante delle opposizioni e ieri il centrodestra aveva chiuso un accordo unitario che indicava nel deputato del Carroccio il candidato. Per essere eletto Volpi aveva bisogno di 6 voti, ovvero della maggioranza assoluta del Copasir, composto per legge dal 50% da membri di maggioranza e dal 50% da parlamentari di opposizione.

Retroscena
"Noi ieri abbiamo trovato l'accordo. Tutto il centrodestra è unito". Nella Lega, così come in Fratelli d'Italia, c'è soddisfazione per la guida del Copasir affidata all'ex sottosegretario alla Difesa Raffele Volpi. Una fonte parlamentare di Fratelli d'Italia sottolinea: "Abbiamo costretto Salvini per la prima volta a fare una vera e propria trattativa". Più sfumata la posizione di Fi, anche se Salvini e Meloni hanno contattato Berlusconi per avere il via libera. Nella maggioranza, soprattutto sul versante 5 stelle, c'erano perplessità sull'ipotesi di far guidare un organismo così delicato ad un esponente 'ex lumbard'. 

Russiagate
La vicenda Russiagate si è intrecciata con il voto sulla presidenza del Copasir, ma hanno eliminato le perplessità fonti del Quirinale: "Non risulta alcuna informativa al Quirinale sul caso in argomento, anche perché il Quirinale non riceve abitualmente notizia di singole operazioni di collaborazione in corso tra Paesi alleati". Così fonti del Quirinale al Messaggero.it su una presunta informativa da Palazzo Chigi sulle richieste dell'amministrazione Trump al governo italiano collegata alla vicenda Russiagate.