Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/coronavirus-dati-regione-lombardia-22-maggio-f1e75611-52c6-4f49-b868-512c0eee3879.html | rainews/live/ | true
Rai News
Coronavirus

Il punto sull'epidemia

Coronavirus, Lombardia: il rapporto fra tamponi e casi positivi scende ancora

Nelle ultime 24 ore, 293 positivi e 57 decessi. Gallera sulle Rsa: "Fatto tamponi a tutti gli ospiti, 30% di positivi. Tutti collocati in aree separate e curati in maniera puntuale"

Oggi in Lombardia sono stati registrati 293 nuovi positivi al coronavirus e 57 morti. In totale, dall'inizio dell'epidemia, i casi sono 86.384 e i decessi 15.784.

Gli attualmente positivi sono calati di 782 unità (in totale sono 25.933). I tamponi effettuati sono stati 19.028 (totale 641.593) e la percentuale tra questi e le persone risultate positive cala a 1,5%.

Questo il quadro dell'epidemia tracciato dai dati della Regione Lombardia e comunicati nel consueto punto stampa dall'assessore al Welfare, Giulio Gallera. Ieri, c'erano stati 316 nuovi casi positivi (2,1% il rapporto con i tamponi effettuati) e 65 decessi.

Calano ancora i ricoverati e i pazienti in terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati -19 pazienti in terapia intensiva (207) e -91 ricoverati (4.028). Ieri si sono contati -5 pazienti in terapia intensiva e -162 ricoverati.

Nel Milanese oggi sono stati registrati 73 casi, mentre a Milano 35. In totale, dall'inizio dell'epidemia, in città ci sono stati 9.525 casi e in provincia 22.528. Ieri nella Città metropolitana erano stati registrati 83 nuovi casi, mentre a Milano 38.

Rsa, Gallera: fatto tamponi a tutti gli ospiti, 30% di positivi
"Abbiamo concluso lo screening nelle Rsa, dove sono stati fatti tamponi a tutti gli ospiti" ha detto Gallera, spiegando che sono stati fatti 57mila tamponi compresi quelli di controllo. Dai risultati è emerso che "ci sono circa un 30% di positivi all'interno delle Rsa  e tutti sono stati collocati in aree separate e curati in maniera puntuale".

Fontana: uscire dalla Lombardia? Vedremo i prossimi dati
Sulla riapertura dei confini regionali dal 3 giugno "non posso dare una risposta fintantoché non vedremo i prossimi dati. Se i dati dovessero continuare ad andare, come sembra, in questa direzione, è molto probabile che si possa anche uscire dalla Regione". Lo ha detto in collegamento con Pomeriggio Cinque su Canale 5 il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. "Se dovessero risalire, valuterà l'Iss. Io spero di no - ha aggiunto - mi sembra che ormai si sia presa una direzione buona positiva. Bisogna fare in modo di convincere tutti i nostri cittadini a rispettare le misure imposte. Se noi andremo avanti in questa direzione sicuramente i dati miglioreranno"