Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/crimi-il-traghettatore-verso-il-nuovo-movimento-2a27c93d-85c1-4bca-a7a8-23c9404d3f3f.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Il cambio nel M5s

​Crimi, il traghettatore verso il nuovo movimento

Fu il primo capogruppo al Senato

Vito Crimi (Ansa)
Condividi
E' uno dei pilastri del M5s il nuovo reggente, colui che in seguito delle dimissioni di Luigi Di Maio da capo politico assume ad interim la guida del partito a norma di Statuto: Vito Crimi è infatti il componente più anziano del Comitato di garanzia, organismo in cui siedono anche il viceministro Giancarlo Cancelleri e la consigliera regionale del Lazio Roberta Lombardi.

Palermitano di nascita (1972), bresciano di adozione (si era trasferito lì nel 2000 per lavorare come assistente giudiziario alla Corte d'Appello), Vito Crimi è stato il primo capogruppo M5s al Senato quando il Movimento è entrato in Parlamento nel 2013. Con Roberta Lombardi capogruppo alla Camera era stato protagonista dell'indimenticabile "streaming" con Pier Luigi Bersani, allora segretario del Pd, in cui i due esponenti pentastellati chiusero la porta ad una alleanza di governo con i democratici.

Fidanzato con la deputata del Movimento 5 Stelle Paola Carinelli, con la quale ha avuto un figlio, e già padre di un altro figlio avuto in una relazione precedente, Vito Crimi è da subito una figura di riferimento del Movimento e non solo per la sua età anagrafica, più alta della maggioranza dei parlamentari che nel corso delle due legislature sono entrati in Parlamento. Nei governi Conte, Crimi è stato nominato nell'esecutivo con la Lega, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega all'editoria. In questa fase ha avuto anche la delega alla ricostruzione post-sisma nell'Italia centrale. Con l'insediamento del secondo Governo Conte Crimi diventa invece vice ministro dell'Interno.

Crimi: assumo incarico con umiltà
"Luigi Di Maio ha deciso di rimettere il suo mandato di capo politico del MoVimento 5 Stelle. In virtù del nostro statuto, spetta ora al membro più anziano del Comitato di Garanzia svolgere questo ruolo. Ovvero a me". Vito Crimi, viceministro dell'interno nel Governo Conte II e capo politico facente funzioni del MoVimento5Stelle a seguito delle dimissioni di Luigi Di Maio, in serata ha voluto precisare il suo ruolo di "traghettatore" inviando un lungo messaggio ai militanti. "Assumo questo incarico - ha detto - con l'umiltà e la riconoscenza che si deve alle migliaia di cittadini che da anni contribuiscono alle nostre attività con idee, proposte, azioni concrete. Lo assumo con la consapevolezza di dover sostenere una grande responsabilità: quella di un Movimento che in dieci anni ha avuto una crescita inimmaginabile e che adesso deve essere accompagnato verso una nuova fase, e verso nuovi obiettivi che guardano al futuro".
 
Condividi