TECH

Hackathon

Digitale, hack.developers: selezionati 5 progetti per una nuova pubblica amministrazione

Maratona per lo sviluppo di programmi destinati alla pubblica amministrazione, lo scorso weekend in Italia: 5 progetti selezionati che riguardano i voucher, lo Spid, la carta di identità elettronica e il design

Condividi
Ben 116 team formati nel corso della due giorni, 200 mentor sparsi in 24 città italiane (più una estera), 20 iscritti a San Francisco, più di 800 sviluppatori mobilitati, 80 community coinvolte in 16 regioni. Questi i primissimi numeri di Hack.Developers, l'hackathon diffuso che ha lanciato la sfida a centinaia di sviluppatori software per rispondere al processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione. Un'iniziativa del Team per la Trasformazione Digitale di Diego Piacentini, in collaborazione con Codemotion.

Nel dettaglio, degli 800 sviluppatori coinvolti, 70 hanno partecipato all'evento di Roma negli spazi di LUISS Enlabs (alla stazione Termini). La maratona di sviluppo si è chiusa nel pomeriggio con la submission (tecnicamente il caricamento dei progetti) dei lavori in gara per il Fast Rabbit, sulla piattaforma Github.

Sono stati 5 i progetti selezionati: Library 18app (validazione dei voucher attraverso un QRCode), 2 progetti dedicati allo SPID, uno alla Carta d'Identità Elettronica e uno al design.

Nel corso della settimana poi la valutazione dei 3 team vincitori, che si aggiudicano buoni d'acquisto per corsi Coursera. Rispetto a Fast Rabbit, Wise Turtle è invece il premio pensato per valorizzare i team che scelgono di continuare l'attività di sviluppo nelle settimane successive all'hackathon, per elaborare progetti più complessi. In questo caso il termine ultimo per presentare i lavori è il 30 ottobre. Verranno premiati 5 team vincitori, anche in questo caso con buoni d'acquisto per corsi Coursera
Condividi