Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/diritti-tv-calcio-micciche-venduti-per-oltre-973-milioni-5fbc5837-6909-4b70-a90e-9e05d6708cfd.html | rainews/live/ | (none)
SPORT

Milano

Diritti tv, Miccichè: venduti per oltre 973 milioni

Rischio doppio abbonamento Sky Perform, trattative in corso per evitarlo

Gaetano Miccichè (repertorio)
Condividi
La Lega Calcio Serie A ha venduto i diritti televisivi della massima serie per il triennio 2018-2021 A Sky e Perform per più di 973 milioni di euro. A dirlo è il presidente della Lega Calcio Serie A, Gaetano Miccichè, al termine dell'assemblea che ha parlato di "un importo superiore a 973 milioni, circa il 20 per cento in più dell'ultima offerta a gennaio".

Calcolando anche i diritti esteri e altri bonus, dalla Lega Calcio stimano un valore complessivo del calcio italiano attorno agli 1,5 miliardi di euro. "Il calcio italiano è ampiamente considerato a livello nazionale e internazionale", ha sottolineato Miccichè. Mentre sull'assegnazione odierna dei diritti tv, il presidente ha spiegato: "C'è stato un grande consenso da parte dell'assemblea. La decisione è stata all'unanimità". E quello che si è riusciti a fare in queste settimane è di grande rilievo per il calcio italiano e per tutto il mondo dell'indotto".

"Sky - ha aggiunto - si è aggiudicata i due pacchetti più importanti mentre sono felice che il terzo sia stato acquistato da Perform". Inoltre "siamo riusciti ad ottenere una partecipazione rilevante di circa 100 milioni a risultati variabili di Sky e Perform in funzione numero abbandonato e ricavi".

"Mi auguro che si eviti il doppio abbonamento, ci sono già trattative in corso" tra Sky e Perform. Lo ha annunciato il presidente della Lega Serie A, Gaetano Micciché, in conferenza stampa dopo l'assegnazione dei diritti televisivi della massima serie per il triennio 2018/21. "Se ci sarà un accordo di ritrasmissione? Pensiamo di sì", ha aggiunto.

Miccichè: riparte 90' minuto
"Riparte 90' minuto". Lo ha annunciato il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, dopo l'assegnazione dei diritti tv del campionato a Sky e Perform. "Siamo riusciti a ottenere maggiore elasticità da parte dei soggetti aggiudicatari per le trasmissioni in chiaro - ha spiegato -. Ho chiamato poco fa il direttore generale della Rai per comunicarglielo, ma non mi ha risposto. 90' Minuto andrà in onda anche quest'anno e certamente per prossimi tre".

Orfeo: "Soddisfazione per 90° Minuto" 
Il direttore generale della Rai, Mario Orfeo, ha accolto con soddisfazione l'annuncio del presidente della Lega Calcio di serie A, Gaetano Micciche', di una finestra per le trasmissioni in chiaro nell'offerta sui diritti tv "che consentirà la prosecuzione di una trasmissione storica per la Rai come 90° Minuto". Il dg ha ringraziato personalmente Miccichè al telefono "per la disponibilità e l'impegno con cui si è arrivati a questa decisione".

Mediaset: "Bando totalmente squilibrato"
Mediaset bolla come "totalmente squilibrato" il bando sui diritti tv della Serie A. "Nonostante questo, per tutelare i diritti di visione dei clienti Premium, Mediaset ha partecipato per il pacchetto meno penalizzante (il pacchetto 6) offrendo una cifra rilevantissima, un totale di 600 milioni di euro in tre anni", si legge in una nota del Biscione.
Condividi