CULTURA

Aveva 93 anni

E' morto Mario D'Addio, maestro degli studi di storia delle dottrine politiche

Fu tra i fondatori dell'Istituto Sturzo

L'Università di Roma la Sapienza
Condividi
Lo storico Mario D'Addio, insigne maestro degli studi di storia delle dottrine politiche, è morto il 29 marzo a Roma all'età di 93 anni. I funerali si sono svolti oggi nella chiesa di San Carlo al Corso, in via del Corso a Roma.

Era professore emerito di storia delle dottrine politiche dell'Università La Sapienza di Roma, dove è stato preside della Facoltà di Scienze Politiche.

Mario D'Addio è stato tra i fondatori dell'Istituto Luigi Sturzo e uno dei massimi studiosi del pensiero politico di don Luigi Sturzo, padre del Partito popolare italiano. Ha curato gli atti del convegno "Politica e sociologia in Luigi Sturzo" (1979) da lui stesso coordinato e ha pubblicato il saggio "Democrazia e partiti in Luigi Sturzo" (Marco Editore 2009).

Mario D'Addio è stato anche tra i fondatori dell'Associazione italiana degli storici delle dottrine politiche ed è autore di uno dei primi e più diffusi manuali universitari, "Storia delle dottrine politiche" in due volumi (Ecig), più volte aggiornato e ristampato. 

Tra i suoi libri figurano "Libertà e appagamento. Politica e dinamica sociale in Rosmini" (Studium 2000), "Il caso Galilei. Processo, scienza, verità" (Studium, 1993), "Natura e società nel pensiero di Edmund Burke" (Giuffrè, 1989), "Le origini del socialismo" (Minerva Italica, 1980), "Lo stato democratico. Origini, formazione ed evoluzione" (Minerva italica 1982), "Manzoni politico" (Marco Editore, 2005).

Nato l'11 settembre 1923 a Ripa Candida (Potenza), a conclusione della sua carriera accademica alla Facoltà di Scienze Politiche, Mario D'Addio ha ricoperto la carica di sottosegretario dei Beni culturali nel governo presieduto da Lamberto Dini (1995-96).
Condividi