Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/embraco-stop-licenziamenti-ok-incentivi-a-esodo-8337dddc-9a26-4c94-a04f-e483d2179369.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Accordo prevede anche reindustrializzazione

Embraco. Stop licenziamenti, ok incentivi a esodo. Sindacati: ora ricollocare tutti lavoratori

Chi lascerà l'azienda entro aprile otterrà 60mila euro, 50 mila chi andrà via a maggio, 35mila chi lascerà l'azienda tra giugno e agosto, 30mila da settembre a dicembre

Condividi
E' stato firmato il verbale di intesa che proroga i 497 licenziamenti annunciati dalla Embraco al 31 dicembre 2018. Lo rendono noto Uilm e Fiom, segnalando che la firla è avvenuta presso l'assessorato regionale del Piemonte al Lavoro, ed è stata preceduta da un'intesa che ha stabilito gli incentivi all'esodo volontario dei lavoratori. Il "bonus" è progressivo e ammonta a 60mila euro per i lavoratori che decideranno di lasciare l’azienda ntro aprile, 50 mila per coloro che lo faranno entro maggio, 35mila euro per il periodo giugno-agosto e 30 mila euro per il restante periodo fino a dicembre.

L'intesa prevede inoltre l'attivazione del percorso di reindustrializzazione del sito di Riva di Chieri, che sarà oggetto di approfondimento nel corso di un incontro già convocato dal ministero dello Sviluppo economico nella mattinata di lunedì 9 aprile. Su questo tema sarà attivata una commissione paritetica, che sarà convocata successivamente all'incontro al ministero e che si riunirà periodicamente per verificare l'avanzamento del percorso di reindustrializzazione e l'attivazione di tutti gli strumenti che saranno messi a disposizione dalle istituzioni.

Uilm: riconoscere giuste aspettative lavoratori
"Abbiamo adempiuto a una parte dell'accordo complessivo che, per quanto concerne l'obiettivo della Uilm, vale una percentuale minima del percorso che abbiamo impostato, e che vede la necessità di avere il supporto delle istituzioni". Dario Basso, segretario della Uilm di Torino, e Vito Benevento, responsabile Embraco per la Uilm, commentano
così l'intesa raggiunta oggi sugli incentivi all'esodo nella vertenza Embraco. "Da oggi inizia l'attività concreta finalizzata alla conferma di tutti gli strumenti per riconoscere ai lavoratori le giuste aspettative occupazionali - aggiungono -. La prima parte dell'accordo, oltre a darci tempo per consolidare gli strumenti, dà un ampio ventaglio di possibilità di scelta, su base
volontaria, a tutti i lavoratori. Per la Uilm è assolutamente prioritario portare a compimento la reindustrializzazione e la
ricollocazione".
 
Condividi