Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/epstein-suicidato-in-carcere-a9d4f8f6-7ebc-4d54-9381-56c1b9babb57.html | rainews/live/ | true
MONDO

New York

Usa, il finanziere Epstein si è suicidato in carcere

Travolto dallo scandalo di abusi sessuali e traffico di minori

Condividi
Jeffrey Epstein, il finanziere travolto da uno scandalo sessuale e accusato di abusi, sfruttamento della prostituzione femminile e traffico di minori, si è suicidato in carcere. Lo riporta la Nbc citando fonti.

Il corpo di Epstein è stato trovato intorno alle 7.30 del mattino: secondo Nbc New York, che cita tre fonti tra le forze dell'ordine, si sarebbe impiccato in cella. Il miliardario era stato messo sotto osservazione per timore che si suicidasse dopo che due settimane fa era stato trovato privo di conoscenza in una cella al Metropolitan Correctional Center di Lower Manhattan con segni sul collo.

Il suicidio di Jeffrey Epstein potrebbe essere legato alla pubblicazione di nuovi documenti, contenuti in una denuncia presentata ieri da una presunta vittima alla corte federale di New York, in cui si facevano nomi di personaggi potenti. Lo ha detto alla Cnn la reporter del Miami Herald, Julie K. Brown, che con la sua inchiesta ha fatto riaprire il caso degli abusi sessuali all'inizio degli anni Duemila, parlando alla Cnn. "I documenti che sono stati presentati ieri - ha spiegato - erano pesanti, includevano nomi di alcune persone molto potenti e, insomma, c'era la sensazione che (Epstein, ndr) non sarebbe tornato libero molto presto. Era come se i muri gli stessero crollando addosso. Questo non era sopportabile per uno come lui".

Il ministro Usa della Giustizia, William Barr, si è detto "sconvolto" dal suicidio di Jeffrey Epstein in carcere e ha annunciato di avere ordinato al suo dipartimento di indagare sulle circostanze della morte. Anche l'Fbi sta indagando sulla morte del finanziere Usa. "La morte di Epstein solleva domande gravi alle quali si deve dare una risposta", ha dichiarato Barr.
Condividi