Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/evento-apple-in-california-per-la-presentazione-di-nuovi-iphone-e-dettagli-su-servizio-streaming-video-29699660-25aa-4b7d-9e39-9d3b98c5d8bb.html | rainews/live/ | true
TECH

Tradizionale evento allo Steve Jobs Theater

La sfida di Apple: puntare sui servizi per restare al top

Arriva la piattaforma Arcade per giochi,dettagli sul servizio di streaming video Apple Tv Plus, l'iPad 'low cost' da 10.2 pollici, la quinta generazione dello smartwatch. Ma l'evento annuale di Apple porta anche i nuovi iPhone

Condividi
Apple ospita il suo evento multimediale annuale a Cupertino, in California. Come da anticipazioni, arrivano l'iPhone 11 (in tre versioni: 11, 11 Pro e 11 Pro Max), aggiornamenti di Apple Watch, MacBook, iPad e l'hardware di Apple Tv.

E' un evento importante perché, da anni, l'iPhone è la principale  fonte delle entrate dell'azienda, la numero uno, ma le vendite sono in calo da tre trimestri consecutivi.

Per anni, Apple ha organizzato presentazioni in grande stile per svelare i nuovi iPhone, sempre più sofisticati, con l'avvicinarsi delle festività natalizie.

Ma quest'anno l'attenzione è rivolta ai servizi, che dovrebbero consentire al gruppo di interrompere la propria dipendenza dagli smartphone, che stanno perdendo slancio rispetto ai suoi concorrenti.

Intanto, Arcade
L'evento inizia subito mettendo l'accento sui servizi: Apple Arcade per i giochi e Tv Plus per i contenuti originali in streaming, in concorrenza con Netflix, Amazon Video e Disney.

Apple Arcade, servizio in streaming per i videogiochi (simile a Stadia di Google) sarà disponibile dal 19 settembre in 150 paesi nel mondo a 4,99 dollari la mese e prevede un mese di prova gratuita. Nell'offerta iniziale ci sono 100 giochi.

Apple Tv Plus 
Il servizio in streaming di contenuti originali per cinema e tv, annunciato nel marzo scorso, sarà disponibile dal 1 novembre a 4,90 dollari al mese (meno dell'abbonamento a Netflix) in 100 Paesi nel mondo; chi acquista un iPhone avrà il servizio gratis per un anno.   

L'iPad per tutte le tasche
Presentata la seconda generazione di iPad economici, con  display più grande (10,2 pollici invece di 9,5) e un costo che parte da 329 dollari. "Il nuovo iPad è stato creato per eseguire (il sistema operativo) iPadOS, che introduce nuovi e potenti modi per il multitasking, la gestione dei documenti e l'utilizzo di Apple Pencil", ha spiegato Greg Joswiak, vicepresidente Marketing di Apple. Sarà disponibile dal 30 settembre.

Il Watch di quinta generazione
Apple ha lanciato il nuovo Apple Watch 5, con una batteria che dura fino a 18 ore, realizzato, come gli altri prodotti presentati, in alluminio riciclato al 100%, con versioni speciali in titanio e display retina.

E finalmente l'iPhone 11
"È diventato così essenziale per le persone di tutto il mondo", afferma Tim Cook "da avere un profondo impatto sulla nostra vita quotidiana". L'iPhone 11 ha un display retina da 6,1 pollici. Una fotocamera frontale, due sul retro: la prima per la messa a fuoco automatica più veloce e l'altra, grandangolare ultra wide da 12 megapixel. Può fare i selfie in modalità orizzontale e foto al rallentatore. L'iPhone 11 avrà nuovi colori, tra cui verde, giallo e viola. Il costo, nel mercato americano, parte da 699 dollari. L'iPhone 11 Pro costa 999 dollari e  l'iPhone Pro Max 1.099.

Steve Jobs Theater di primo mattino
Tim Cook, l'amministratore delegato di Apple, è pronto per l'evento, un 'classico' di Cupertino dai tempi di Steve Jobs



Apple Tv Plus e i concorrenti
Apple Tv Plus, il tanto atteso servizio di streaming video di Apple, era stato annunciato dall'ad Tim Cook lo scorso 25 marzo. Offrirà una programmazione originale che, secondo quanto anticipato da Cook, sarà centrata sulla "grande narrativa." 

Il servizio dovrebbe entrare in diretta concorrenza con Netflix (la numero uno da più di un decennio).e di Amazon Video, in un mercato maturo e particolarmente affollato: anche  Walt Disney ha lanciato recentemente un servizio streaming al costo di 6,99 dollari al mese, con tutti i contenuti tanto amati da bambini e non.

Gli abbonamenti ai servizi di streaming video hanno avuto una vera e propria impennata negli ultimi anni e, secondo la società di ricerca eMarketer,  205 milioni di americani, due terzi della popolazione degli Stati Uniti, guarderanno video in streaming nel 2019. 

La performance dell'iPhone
Dopo il lancio nel 2007, ci sono voluti meno di tre anni perché l'iPhone diventasse il prodotto di punta di Apple in termini di entrate, ricorda Statista.

L'iPhone è tutt'ora la gallina dalle uova d'oro di Cupertino, responsabile, negli ultimi 5 anni, del 60% delle vendite nette dell'azienda (il 70% nel primo trimestre 2018, dopo il lancio dell'iPhone X). Da allora le cose non sono andate molto bene e, nell'ultimo trimestre le vendite dell'iPhone, secondo gli analisti,sono scese del 25%.

Ecco il grafico di Statista che evidenzia la performance delle vendite dell'iPhone:
Infographic: iPhone Share of Apple Sales Drops to 7-Year Low | Statista
Condividi