Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/evento-apple-tim-cook-presenta-servizio-streaming-online-in-concorrenza-netflix-amazon-afcf1629-7c57-4b74-be8b-7c70edf4d627.html | rainews/live/ | true
TECH

Allo Steve Jobs Theatre

Apple punta tutte le carte sullo streaming video e le notizie

Cupertino scende nell’arena dello streaming per competere direttamente con Netflix, Amazon e la sua stessa tv via cavo. Presentato anche un nuovo servizio in abbonamento per l'informazione, Apple News +. La sfida tocca anche le carte di credito e, dall'autunno, i videogiochi

Condividi
L'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, era già pronto per l'evento del 25 marzo fin dall'alba. Non altrettanto entusiasmo a Wall Street,  dove il titolo Apple è partito in in calo,  in attesa dell'evento a Cupertino, da dove parte la nuova sfida, non solo con un servizio di streaming video ma anche anche con 'Netflix delle News', ovvero il nuovo servizio per l'informazione.




'We're creating a great set of services - and that's what today is all about'. Stiamo creando nuovi servizi, ha esordito Cook alla presentazione nello Steve Jobs Theatre, confermando le anticipazioni di stampa dei giorni precedenti: l'arrivo dello streaming online targato Mela. 



Il tanto atteso servizio di streaming video di Apple si chiamerà Apple TV Plus, sarà basato su programmazione originale che, secondo Tim Cook, sarà centrata sulla "grande narrativa." Il servizio, che come anticipato entra in diretta concorrenza con Netflix e Amazon Video, arriva in un mercato maturo e particolarmente affollato.  Gli abbonamenti ai servizi di streaming video hanno avuto un'impennata negli ultimi anni e, secondo la società di ricerca eMarketer,  205 milioni di persone guarderanno video in streaming negli Stati Uniti nel 2019. Un mercato per altro dominato da Netflix da più di un decennio.

Apple News Plus
Apple "ha sempre creato hardware e sofwtare di prima classe ma anche servizi" ha detto Tim Cook. Per poi aggiungere:  "Nessuno meglio di Apple offre le tre cose insieme", ricordando Apple News, "la prima app di informazioni con 5 miliardi di notizie lette al mese", ha detto. "Adoro la sensazione di essere in un'edicola. Là guardiamo alle riviste e le vorremmo tutte ma magari ne compriamo solo due. Oggi le portiamo su un nuovo servizio chiamato Apple News+".

Prima la privacy
Apple News+ è un servizio su abbonamento, include il Los Angeles Times e il Wall Street Journal, oltre all'accesso premium ad alcune testate digitali, come TechCrunch, e a circa 300 tra settimanali e mensili.  L'abbonamento costera' 9,99 dollari al mese, partendo da Usa e Canada. Arriverà in Europa in autunno, a partire dalla Gran Bretagna. Il ceo Tim Cook ha sottolineato il ruolo della privacy: all'interno di Apple News+ non ci saranno tracciatori pubblicitari e neppure Apple saprà cosa gli utenti stanno leggendo.

Pagare con Apple
Apple presenta a Cupertino un servizio di pagamento, complementare a Apple Pay. Si chiama  "Apple Card",  si può usare in tutto il mondo grazie al circuito MasterCard su tutti i dispositivi Apple senza
commissioni di alcun tipo, con tassi di interesse più bassi in caso di pagamento in ritardo e punta sicurezza, privacy e semplicita' d'uso. "Apple non sa cosa hai comprato, dove l'hai comprato e quanto hai speso", ha detto la responsabile del prodotto. "Goldman Sachs non venderà mai a terze parti i vosti dati per scopi commerciali", ha garantito. Per usare questo servizio basta registrarsi sul proprio iPhone; per ricevere assistenza o chiedere informazioni basta un sms.  Ogni volta che si spende con Apple Card, si riceve un rimborso denominato Daily Cash, di circa il 2% del valore degli acquisti effettuati (la percentuale sale al 3% se vengono fatti acquisti Apple). 

Non possono mancare i giochi
Più o meno a sorpresa, arriva infine il servizio di videogiochi su abbonamento senza pubblicità Arcade. Contiene oltre 100 giochi inediti, non richiede pagamenti ulteriori e  non conserva traccia dei dati dell'utente senza il loro consenso. Apple Arcade sarà disponibile dal prossimo autunno in oltre 150 Paesi per dispositivi Apple, anche in modalità offline, da tutti i membri di una famiglia senza costi aggiuntivi. Il prezzo del servizio non è stato comunicato.
Condividi