Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/facebook-costi-sostenuti-in-tecnologia-whatsapp-perde-oltre-200-milioni-3b8b4389-49ae-45ef-ab08-88c8cb0e6aba.html | rainews/live/ | true
TECH

Dati trimestrali, costi in salita. Ma va bene così

Il peso di WhatsApp sui conti di Facebook

Il Ceo Mark Zuckerberg ha ribadito l'impegno a sostenere spese elevate nei prossimi anni in nuove tecnologie. Nel terzo trimestre i costi di Facebook sono saliti del 41% e saliranno ancora, crescendo del 75%. WhatsApp, acquistata per 19 miliardi di dollari, ha perso oltre 200 milioni nei primi sei mesi del 2014

Condividi
New York Facebook ha avuto una giornata negativa in Borsa, dove le quotazioni hanno perso il 6,28% a 75,70 dollari. A pesare sul risultato sono state le parole dell'amministratore delegato, Mark Zuckerberg, dopo i conti trimestrali.
 
Zuckerberg ha ribadito l'impegno a sostenere spese elevate nei prossimi anni in nuove tecnologie. Nel terzo trimestre i costi di Facebook sono saliti del 41% e saliranno ancora, crescendo tra il 55% e il 75% nel 2015, ha rivelato il Ceo.

Gli investimenti in tecnologia del prossimo anno dovrebbero ‘mangiarsi’  i profitti a breve termine. “Investimenti della portata di quelli che Facebook intende fare possono essere sostenuti solo da loro o da Google, vedremo un rafforzamento della loro posizione di dominio relativo nel campo del digital advertising nei prossimi anni”, è la valutazione del Pivotal Research.

Facebook ha speso miliardi di dollari per acquistare startup come Instagram, Oculus e WhatsApp e punta a aumentare la sua portata, in particolare tra i giovani.

 
Il peso di WhatsApp
Insieme ai risultati finanziari, Facebook ha reso noti dettagli anche sui conti di WhatsApp, la piattaforma di messaggeria online acquistata da Zuckerberg per 19 miliardi di dollari e che ha mezzo miliardo di utenti in tutto il mondo.

Dai documenti consegnati alla Commissione di valori mobiliari, WhatsApp ha perso 232,5 milioni di dollari nei primi sei mesi del 2014, una crescita esponenziale del ‘rosso’ di 58,8 milioni di dollari del primo semestre del 2013. Gran parte delle perdite, è stato spiegato, sarebbero dovute a spese sostenute per portare i migliori professionisti a lavorare sulla startup.

Il costo per Facebook
WhatsApp, che non ha pubblicità all’interno dell’applicativo (Mark Zuckerberg ha dichiarato di non avere fretta di renderlo redditizio), ha generato ricavi per 15,92 milioni di dollari nel primo semestre del 2014 e di 10,2 milioni di dollari nel 2013. E’ stato reso noto il costo complessivo per portare la piattaforma in casa Facebook: 2,026 miliardi per il ‘pacchetto’ di utenti, 448 milioni per il brand, 288 milioni per la tecnologia e 21 milioni in altre voci e 15,314 miliardi per il valore di WhatsApp in termini di potenziale di crescita e di profitto.
Condividi