ECONOMIA

Consiglio Italia-Usa

Fca. Marchionne: piena occupazione in Italia nel 2018

 L'Ad spiega: "Il nostro impegno per rafforzare la rete industriale continua. Lo abbiamo avviato già da tempo"

Condividi
Nel 2018 negli stabilimenti italiani ci sarà la piena occupazione. Parola di Sergio Marchionne che -  a margine del Consiglio Italia-Usa, a Lido di Venezia - spiega: "È stato sempre il nostro impegno anche se qualcuno non ci credeva". Rivolgendosi ai giornalisti: come era previsto "saranno raggiunti gli obiettivi sociali, ma anche quelli finanziari". L'Ad di Fca prosegue: "il nostro impegno per rafforzare la rete industriale continua. Lo abbiamo avviato già da tempo". Dunque, il caso emissioni diesel che coinvolge Fiat Chrysler Automobiles negli Stati Uniti non avrà alcun impatto sugli obiettivi del piano al 2018.

Marchionne ieri - sempre dal workshop veneziano - parlando del suo successore alla guida di Fca ha ribadito che per il passaggio di testimone si sta guardando internamente all'azienda: il successore non potrà essere una "superstar" perché serve gente che "smazza". Poi ha annunciato che non si terrà a luglio l'incontro annuale con i sindacati firmatari del contratto aziendale sull'aggiornamento del piano dei modelli. L'incontro - spiega - ci sarà quando sarà pronto l'aggiornamento. "È un discorso più ampio che riguarda il sistema italiano", spiega l'a.d. sul piano, qualche cambiamento "nei prossimi dodici mesi ci sarà di sicuro".

Marchionne auspica infine un futuro upgrade di Fiat-Chrysler da parte di Standard & Poor's, dopo che l'agenzia internazionale ha aumentato il merito di credito di Cnh Industrial a un livello 'investment grade'. "L'obiettivo è di portare l'indebitamento sotto i 2,5 miliardi alla fine dell'anno, poi vediamo", ricorda il top manager che punta a 5 miliardi di euro di cassa a fine 2018.

Marchionne su Ferrari: risultati in linea, positivi effetti F1
"I risultati di Ferrari sono in linea con i piani". Lo ha detto il presidente e ad della casa di Maranello, Sergio Marchionne, parlando con i giornalisti a margine del Consiglio Italia-Usa. "Le vittorie in Formula1 - spiega - stanno impattando sulla percezione del brand da parte della clientela e anche sui margini. La cosa importante è finire la stagione e vincere, cerchiamo di non illuderci. La squadra sta bene, anche se dopo l'ultima gara...". Marchionne non ha risposto sulla possibilità che la Ferrari alzi i target 2017.
Condividi