Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/festival-del-film-di-roma-vince-trash-di-daldry-cinema-6124ce31-b5e2-4d68-9f4c-42078f404445.html | rainews/live/ | (none)
SPETTACOLO

Cinema

Festival di Roma, pronostici rispettati. Il pubblico sceglie "Trash" di Stephen Daldry

La fiaba del regista di "Billy Elliott" ambientata nella favela conquista l'Auditorium. Fra le altre sezioni, spazio anche a un riconoscimento per il film italiano "Fino a qui tutto bene"

Condividi
Ecco i vincitori della nona edizione del Festival di Roma: premio del pubblico BNL nella sezione Gala a "Trash" di Stephen Daldry; per Cinema d'Oggi a "12 Citizens" di Xu Ang; per Mondo Genere "Haider" di Vishal Bhardwaj; per Cinema Italia (Fiction): "Fino a qui tutto bene" di Roan Johnson e per Documentario: "Looking for Kadija" di Francesco G. Raganato.

La nona edizione chiude dunque i battenti registrando circa ottantamila ingressi, con una leggera flessione rispetto all'anno scorso. Gli organizzatori fanno sapere che, comunque, questi dati erano piuttosto attesi, in coerenza con una situazione generale di crisi economica che ha coinvolto anche il settore del cinema italiano. L'edizione ha segnato una piccola rivoluzione rispetto al passato perché il Festival ha rinunciato alla giuria e quindi al concorso propriamente detto.

In questo modo, il ruolo di giurati è spettato a tutti gli spettatori che hanno votato i film visti dopo la proiezione. E' stato grazie a loro che sono infine stati proclamati i vincitori, definizione dunque da intendere in senso lato proprio perché una vera competizione non c'era.
Dunque il Marco Aurelio d'Oro se lo porta a casa Stephen Daldry, l'autore spesso in corsa per gli Oscar con sue pellicole e che, probabilmente, tenterà l'assalto alla statuetta che gli è sempre sfuggita anche il prossimo febbraio, proprio con "Trash".
Condividi