Rai News
ITALIA

Emergenza incendi

Roghi in mezza Italia, fuochi in Campania e Toscana. Fiamme nel Lazio sulla via del Mare

Ieri evacuati i campeggi  'Costa Selvaggia' a Pescia Romana, in provincia di Viterbo, e  'Capalbio'. Difficoltà al traffico sulla statale Aurelia, interrotta per ore la circolazione dei treni, che hanno accumulato ritardi fino a 200 minuti. Fiamme anche intorno al lago di Bracciano e a Paestum. Il governatore del Lazio, Zingaretti: chiederemo lo stato di emergenza

Non si placa l’emergenza incendi. Oggi un vigile del fuoco, durante le operazioni di spegnimento di un incendio in toscana, ha accusato un malore. Secondo quanto riporta il 118 di Pistoia, un pompiere di 55 anni si è sentito male mentre lavorava a un incendio a Montale ed è stato ricoverato in codice rosso al pronto soccorso. E' successo verso le 4. Poi, dopo gli accertamenti in ospedale, è stato dimesso in buone condizioni senza giorni di prognosi.    Il vigile del fuoco, riporta sempre il 118, era in turno da più di 20 ore continuative.    Dal comando regionale dei vigili del fuoco in Toscana si precisa che in caso di emergenze l'orario di lavoro può raggiungere le 24 ore e che il collega si è sentito male mentre stava lavorando presso l'unita' di comando locale (Ucl) allestita nelle vicinanze del rogo, da dove sono coordinati gli interventi.
 
E nel Lazio un vasto incendio di sterpaglie è divampato nella notte sulla via del Mare all'altezza di  Vitinia, nel quadrante sud di Roma. Sul posto 3 squadre dei vigili del fuoco che sono state impegnate per ore. Chiusa e poi riaperta stamattina intorno alle 7 via del Mare in entrambi i sensi di marcia, da via dell'Ippica al sottopasso di Acilia, per consentire le operazioni di spegnimento. Numerose le pattuglie della polizia locale impiegate per la viabilità. Disagi al traffico in zona.  Sono circa 60 gli interventi effettuati nella notte dai pompieri di Roma, anche a Cerveteri, Cesano, Anguillara ,al lago di Martignano, a Civitavecchia e Ostia. 




Un incendio è scoppiato ieri a Capalbio (Grosseto) in località Palude del Chiarone, al confine con il Lazio. Interessata dal rogo la pineta a ridosso del mare. Evacuati il campeggio "Costa Selvaggia", a Pescia Romana e il camping "Capalbio".  Per lo stabilimento balneare 'L'ultima spiaggia',  spiega il sindaco di Caplabio ,"era partito l'ordine di evacuarlo, ma poi è rientrato". Già in azione un elicottero regionale, mentre a terra stanno operando squadre di volontari antincendi, di operai forestali e di vigili del fuoco. Difficoltà al traffico lungo la statale Aurelia. 


Altri roghi in Toscana  
In Toscana elicotteri regionali impegnati anche su altri roghi: 3 sono impiegati a Piancastagnaio (Siena) sul monte Amiata, dove alcuni focolai hanno fatto riprendere l'incendio scoppiato ieri e dove sta arrivando da Olbia anche un Canadair della protezione civile nazionale. Altri 3 elicotteri regionali stanno invece operando sull'altro incendio divampato stamani nel territorio del comune di Marina di Campo, all'isola d'Elba (Livorno). Un altro elicottero è in azione sul Monte Serra, tra le province di Pisa e Lucca, interessato da qualche ora da un incendio.



Roghi intorno al lago di Bracciano, evacuata comunità per disabili
Fiamme in due punti nella zona del lago di Bracciano, a nord della Capitale. Un primo incendio colpisce l'area boschiva del vicino lago di Martignano, dove squadre della Protezione civile della Regione Lazio e diversi volontari stanno affrontando le fiamme con l'aiuto di due elicotteri e hanno richiesto l'invio di un Canadair. L'altro nei pressi di Anguillara: un vasto rogo di sterpaglie ha reso necessaria l'evacuazione di una comunità per disabili, dove stanno operando i Vigili del fuoco insieme agli uomini del 118. Alcuni degli ospiti della struttura hanno dovuto ricorrere a cure sanitarie per gli effetti del fumo e per lo spavento. 

Zingaretti: chiederemo lo stato di emergenza
"Oggi 10 elicotteri regionali  in volo, centinaia di vigili del fuoco e volontari della protezione civile in campo. Solo in questo momento in corso 18 incendi  nella Provincia di Roma, decine nel corso della giornata. Chiederemo lo stato di emergenza al Governo". Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in una nota.

Fiamme a Paestum, evacuate decine di persone
Incendio a Paestum, nel Salernitano: evacuate decine di persone. L'incendio, ancora in corso ma ormai sotto controllo, ha coinvolto un'area, localita' "Linora", nella quale si concentrano alcuni camping e strutture ricettive. Sul posto operano da ore i vigili del fuoco, gli uomini della Protezione Civile e due mezzi aerei, un Canadair dei vigili del fuoco, e un elicottero del soccorso antincendio della Regione Campania. A causa delle fiamme, alimentate dal forte vento che spazza il territorio, decine di persone, turisti e residenti, sono state fatti evacuare per ragioni di sicurezza. Grande paura soprattutto per un importante caseificio del posto, lambito dalle fiamme assieme all'adiacente abitazione del proprietario.  

Vesuvio, un nuovo rogo nel 'Vallone della Profica'
A causa dei venti forti, si è di nuovo esteso il rogo nel Vallone della Profica nel territorio di San Giuseppe Vesuviano (Napoli). Le attuali condizioni meteo, informa il Comune, non consentono operazioni aeree da parte degli elicotteri e la zona non è raggiungibile per interventi via terra delle squadre dei vigilidel fuoco.  Il rogo, da quanto si apprende non costituisce allo stato attuale pericolo per persone e cose. Il coordinatore del Centro Operativo Comunale e il sindaco Vincenzo Catapano, sono in contatto con la Prefettura, la Regione Campania e il coordinamento aereo regionale unificato. 

Canadair in azione a Torre del Greco
"Si lavora incessantemente per il contrasto agli incendi boschivi ancora presenti in Campania. Dalle prime ore del giorno si è registrata la ripresa di un focolaio a Torre del Greco in zona Montedoro, traversa Garzilli. Le operazioni sono rese piú complesse dalla presenza di venti settentrionali forti che,a tratti, hanno impedito agli elicotteri di alzarsi in volo. Sono perció entrati in azione sul posto tre Canadair nazionali insieme a squadre da terra.  Altri fronti si registrano a Sant'Anastasia, Barano d'Ischia, Conca dei Marini e a Napoli in zona Astroni dove, al momento, si sta intervenendo con due aerei. Le condizioni atmosfetiche sia in Costiera che in provincia di Napoli rendono difficile l'intervento con gli elicotteri: è stata avanzata la richiesta di un nuovo mezzo nazionale. Alta in tutte le province la suscettività incendi per le condizioni meteo in essere sulla Campania, caratterizzate da elevate temperature associate a vento forte.