Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/fisco-da-gennaio-2018-scoperti-dalla-uardia-di-finanza-oltre-13-mila-evasori-totali-148ff172-a416-4463-993d-e3e09b4d7de8.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Corruzione e illeciti: Danni allo Stato per 1,7 miliardi

Fisco. Da gennaio 2018 scoperti dalla Guardia di Finanza oltre 13 mila evasori totali

Sul fronte degli appalti scoperti illeciti per 1,8 miliardi di euro. Sequestrati inoltre 413,2 mlioni di prodotti contraffatti, con falsa indicazione 'Made in Italy' o non sicuri, e ingenti quantitativi di prodotti alimentari recanti marchi industriali falsificati o indicazioni non veritiere circa l'origine

Condividi
Evasione fiscale internazionale, frodi carosello, indebite compensazioni e traffici illeciti di prodotti petroliferi si confermano al centro dell’attenzione della Guardia di Finanza che nel 2018 e nei primi 5 mesi del 2019, ha eseguito, nell’ambito di piani d’intervento coordinati con l’Agenzia delle Entrate, 128.497 interventi ispettivi.

Sono stati riscontrati 15.976 reati fiscali (principalmente, emissione e utilizzo di fatture false, dichiarazioni fraudolente e occultamento delle scritture contabili) e denunciati 18.148 soggetti. Ammontano a 16.807 le indagini delegate dalla magistratura e ad oltre 9,3 miliardi di euro le proposte di sequestro avanzate. Le misure patrimoniali eseguite sono pari a 1,5 miliardi di euro, mentre sono 525 le persone arrestate. È quanto si legge nel dossier sull’attività delle Fiamme gialle nell’ultimo anno e mezzo. I dati vengono diffusi in occasione del 245esimo anno dalla fondazione del Corpo.

Appalti: Scoperte procedure irregolari per 1,8 miliardi di euro
Nel settore degli appalti, da gennaio 2018 il valore delle procedure contrattuali risultate irregolari scoperte dalla Guardia di Finanza è stato pari a circa 1,8 miliardi di euro; contestualmente, l'ammontare complessivo delle gare sottoposte a controllo si è attestato a circa 5 miliardi di euro. Le persone denunciate per reati in materia di appalti, corruzione e altri reati contro la Pubblica amministrazione sono state 1.512, di cui 103 tratte in arresto.

1,7 miliardi di euro di danni a Stato da corruzione e illeciti nella Pubblica Amministrazione
Le frodi scoperte dalla Guardia di Finanza nel solo ultimo anno e mezzo in danno del bilancio nazionale e comunitario sono state pari a oltre 1,7 miliardi di euro, mentre si attestano intorno ai 157 milioni quelle nel comparto della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria, con un numero di persone denunciate complessivamente pari a 13.570. E' quanto emerso di dati diffusi oggi dalla GdF per il 245.mo Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza.

Nel periodo gennaio 2018-maggio 2019, vi sono stati ben 34.625 interventi svolti a tutela dei principali flussi di spesa pubblica, dagli appalti agli incentivi alle imprese, dalla spesa sanitaria alle erogazioni a carico del sistema previdenziale, dai fondi europei alla responsabilità per danno erariale. A questi si aggiungono 8.636 deleghe d'indagine concluse in collaborazione con la Magistratura ordinaria e 1.880 deleghe svolte con la Corte dei Conti.  Sul versante dei danni erariali sono state segnalate condotte illecite alla Magistratura contabile per circa 6 miliardi di euro, a carico di 8.047 soggetti, mentre sono stati eseguiti sequestri per oltre 107 milioni di euro. I controlli svolti in materia di prestazioni sociali agevolate e di indebita esenzione dal pagamento dei ticket sanitari hanno fatto emergere tassi di irregolarità pari, rispettivamente, al 34,1% e al 88,9%.

Contraffazione: Sequestrati in 17 mesi 413,2 milioni di prodotti
Negli ultimi 17 mesi la Guardia di finanza ha sequestrato oltre 413,2 milioni di prodotti contraffatti, con falsa indicazione 'made in Italy' o non sicuri, e ingenti quantitativi di prodotti alimentari recanti marchi industriali falsificati o indicazioni non veritiere circa origine e qualità; 230 i siti web oscurati o sequestrati perché utilizzati per la commercializzazione on line della merce 'taroccata'. E' quanto emerge dal report. Intensificata anche l'azione di contrasto in materia di falsificazione monetaria, con l'obiettivo di ricostruire l'intera filiera del falso e di contrastare fenomeni quali la clonazione di carte di credito e di debito, anche attraverso l'utilizzo della rete internet:  276 le persone denunciate, 56 delle quali arrestate, mentre i sequestri di valute, titoli, certificati e valori bollati contraffatti hanno superato i 54,7 milioni di euro di valore. 
Condividi