Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/fontana-stop-riconoscimento-figli-coppie-gay-50223b53-b8ca-41d4-a8d4-2d1a4a7a7a02.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Audizione in Commissione Affari Sociali

Fontana: stop riconoscimento figli coppie gay. Salvini: utero in affitto e vendita gameti sono reati

"Fermi la propaganda e apra il dialogo", replica il sottosegretario alle Pari Opportunità del M5s Spadafora e la sindaca 5Stelle di Torino Appendino afferma che sotto la Mole le registrazioni "andranno avanti" comunque

Condividi
"Se il divieto della gestazione per altri è presente nel nostro ordinamento, va fatto rispettare in termini concreti, evitando che il ricorso a tali pratiche all'estero si traduca poi, con il ritorno in Italia del minore, in un continuo aggiramento del divieto, che è volto a proteggere valori fondamentali quali la dignità della donna e del bambino, ridotti a meri oggetti". Così il ministro per la Famiglia e le Disabilita', Lorenzo Fontana, sulle linee programmatiche del suo dicastero, nel corso di un'audizione in commissioni Affari sociali.

"Rilievo - dichiara il ministro - come l'attuale assetto del diritto di famiglia non possa non tenere in debito conto che cosa sta accadendo proprio in questi mesi sulla materia del riconoscimento della genitorialità ai fini dell'iscrizione nei registri dello stato civile di bambini concepiti all'estero da parte di coppie dello stesso sesso facendo ricorso pratiche vietate dal nostro ordinamento, anche penalmente, e che tali dovrebbero rimanere. Quindi in primis la gestazione per altri, la cosiddetta maternità surrogata, e le tecniche parimenti non consentite in base alla legislazione nazionale alle coppie dello stesso sesso, quali la procreazione medicalmente assistita e l'eterologa". Il ministro conclude: "Una visione che tradisce un'impostazione adultocentrica, in conflitto con l'interesse superiore del bambino. Va fatto rispettare il divieto, evitando che il ricorso di queste pratiche all'estero si traduca in un aggiramento del divieto in Italia". 

Salvini: utero in affitto e gameti in vendita non esisterano in Italia
"Utero in affitto e gameti in vendita non esisteranno in Italia. Sono reati". Lo assicura il ministro dell'Interno Matteo Salvini, rispondendo al question time a una interrogazione sulla 'legittimazione ex post delle delittuose pratiche di 'utero in affitto' e di compravendita di gameti umani". 

Arcigay: Salvini e Fontana la smettano con la propaganda
Non si è fatta attendere la reazione dell'Arcigay: "La misura è colma: Salvini e Fontana la smettano di fare propaganda sulla pelle dei bambini", ha dichiarato Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay. "Il continuo tuonare dei due rappresentanti del governo contro la stabilità familiare e affettiva di bambini e bambine è un fatto ignobile e immorale. Sono i tribunali a ordinare il riconoscimento di quei bambini, perché l'interesse del minore viene prima di tutto, specie delle squallide campagne di consenso dei ministri leghisti. Se i ministri credono di poter aggirare il potere giudiziario in questa Repubblica o sono due asini oppure agiscono al di fuori della Carta costituzionale: entrambe le ipotesi - ha concluso Piazzoni - sono gravi e intollerabili".
Condividi