TECH

Sostegno all'alleanza internazionale per i vaccini e le immunizzazioni

Gentiloni riceve Gates e twitta: accordo globale sui vaccini

Con un tweet e una foto, il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha svelato una
visita lampo di Bill Gates alla Farnesina. All'incontro con il fondatore della Microsoft presente anche il vice ministro, Lapo Pistelli. Nel pomeriggio, Gates è stato per alcune ore al Centro Enea, dove ha visitato i laboratori e ascolatto i ricercatori.

Condividi
Roma Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha incontrato alla Farnesina Bill Gates.

"Con @gatesfoundation per accordo globale su vaccini e immunizzazioni", scrive Gentiloni sul suo account Twitter, sul quale compare una foto dell'incontro con il fondatore di Microsoft, al quale era presente anche il vice ministro Lapo Pistelli.

Gates era stato ricevuto ieri a Berlino dalla cancelliera tedesca Angela Merkel per discutere degli stessi temi e parlare di Gavi, The Vaccine Alliance, il programma sostenuto dalla Fondazione Gates  

Insieme alla moglie Melinda, infatti, attraverso la Bill & Melissa Gates Foundation, il fondatore di Microsoft (e anche l'uomo più ricco del mondo nell'ultima classifica di Forbes) è uno dei maggiori donatori mondiali nel campo della ricerca medica, nella lotta all'aids e alla malaria, nel miglioramento delle condizioni di vita nei Paesi del terzo mondo e nell'educazione.

Al Centro Enea
Bill Gates è stato poi pomeriggio in visita ai laboratori del Centro dell'Enea di Frascati, riconosciuti per l'eccellenza nella ricerca. Gates, che è stato accompagnato dal commissario dell'Enea Federico Testa, si è interessato alle attivita nel campo della ricerca 'di frontiera', in una visita durata alcune ore

Gli Stati Uniti hanno coinvolto l'Enea, unica agenzia non statunitense, in un programma di ricerca di grande importanza scientifica. Nel 2010 è stato siglato un accordo internazionale con il coinvolgimento del Naval Research Laboratory di Washington e anche l'Università del Texas ha espresso interesse a collaborare ulteriormente con l'Enea. Altre collaborazioni riguardano lo Stanford Research Institute della California e con l'Istituto SKINR dell'Università del Missouri. 
Condividi