Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/gentiloni-pretendiamo-rispetto-accordi-ricollocamenti-oppure-sanzioni-formali-fbcdb097-4d76-43de-b8e5-423efc03e447.html | rainews/live/ | true
MONDO

Il presidente del Consiglio a Malta

Gentiloni: “Pretendiamo rispetto accordi ricollocamenti oppure sanzioni formali”

Malta, il documento comune dei leader Ue sui migranti sostiene l'accordo siglato tra Gentiloni e al-Serraj e prevede di rafforzare la capacità dei rimpatri

Malta, Paolo Gentiloni e Alexis Tsipras (Foto: LaPresse/Xinhua/Jin Yu)
Condividi
"Senza dubbio continuiamo a pretendere che le decisioni prese sul fronte della 'relocation' (dei migranti, ndr) vengano attuate, e a lamentare che lo siano in modo molto relativo" e che non siano oggetto "di alcuna sanzione formale". Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni a Malta parlando nella sede dell'ambasciata italiana dopo la prima sessione di lavori del vertice dei leader europei.

Un vertice che si era chiuso in mattinata con una dichiarazione congiunta dove viene ribadita la necessità di rafforzare la capacità dei rimpatri, annunciati 200 milioni in più per l’Africa, e dato pieno sostegno all’accordo siglato ieri da Gentiloni e al-Serraj.

Gentiloni: orgogliosi di iniziativa italiana su migranti
Sul tema migratorio, "bisognerebbe fare di più", ma "il poco o il tanto che si è fatto è stato fatto su iniziativa italiana, di cui dobbiamo essere consapevoli e un pizzico orgogliosi".
Ha inoltre detto Gentiloni, sottolineando tuttavia che l'accordo con la Libia è stato fatto con "un interlocutore fragile", in un contesto "un po' più complesso che non come una operazione secca e bilaterale" come avvenuto con la Turchia.

Gentiloni: obiettivo migliore gestione flussi, non miracoli
Con l'accordo con la Libia "naturalmente speriamo che si abbiano risultati ma, ripeto, miracoli non se ne fanno. Una migliore gestione e regolazione dei migranti illegali è l'obiettivo per il quale stiamo lavorando, e non solo con l'accordo con la Libia", ha infine chiarito Paolo Gentiloni nella conferenza stampa.
 
Condividi