ITALIA

Roma

Intervento di angioplastica per Gentiloni, il premier sta bene ed è vigile

Aveva accusato un malore al rientro da Parigi: operato al Gemelli

Condividi
Malore e ricovero in ospedale per Paolo Gentiloni. Il Presidente del Consiglio, di ritorno da una visita istituzionale a Parigi, si è sentito male ed è ricorso alle cure del presidio sanitario di Palazzo Chigi. I medici hanno consigliato il ricovero in ospedale e, una volta arrivato al Policlinico Gemelli, è maturata la scelta dell'intervento di angioplastica. Si tratta di una metodologia che, con l'ausilio di un sondino, dilata il vaso sanguigno ostruito fino a farlo tornare alla larghezza ottimale. "Ha un po' esagerato con la mole di lavoro", viene riferito da fonti di governo: "Dall'inizio dell'incarico a Palazzo Chigi, lavora dal mattino presto fino a notte fonda. Dovrebbe riposare di più, ma ha già detto di voler tornare lunedì".

Gemelli: pieno successo intervento e ottimo decorso
"
Il pieno successo dell'intervento è confermato questo pomeriggio dall'ottimo decorso clinico del premier in degenza in Unità Coronarica del Gemelli". Lo rende noto il Gemelli in un comunicato sulle condizioni del Premier. "Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni - aggiunge la nota - nella giornata di ieri, è stato sottoposto all'impianto di uno stent sulla base degli esami del sangue e di una TAC che avevano rilevato una ostruzione di un ramo coronarico distale. L'intervento è stato eseguito dal Professor Filippo Crea, Direttore del Polo di Scienze Cardiovascolari e Toraciche della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli, e dalla sua equipe".

Gentiloni: sto bene. Presto al lavoro
"Grazie dell'affetto e degli auguri. Medici e personale sanitario bravissimi". Paolo Gentiloni affida a Twitter un messaggio per rassicurare sulle proprie condizioni di salute. "Sto bene. Presto torno al lavoro", aggiunge infatti il premier.

Il Presidente del Consiglio è ricoverato nell'Unità di terapia intensiva cardiologica (Utic) - unità coronariche -, diretta dal professor Antonio Rebuzzi. Fonti di governo hanno riferito che il Presidente del Consiglio ora sta bene, ma che dovrà rimanere in ospedale il tempo previsto da operazioni di questo tipo, due o tre giorni al massimo. In ospedale, Gentiloni è monitorato continuamente per verificare che il flusso sanguigno sia nella norma e vengono applicate le terapie standard dopo un'angioplastica. Il ricovero ha reso necessario annullare la visita a Londra prevista per domani.

Intanto, al Gemelli si sono riversate troupe televisive, fotografi e giornalisti. Una presenza che ha reso necessario rafforzare il dispositivo di sicurezza della struttura. Numerosi gli agenti di polizia in abiti civili a presidio dei corridoi al piano terra ed evitano che curiosi, giornalisti e anche congiunti di ricoverati raggiungano l'area dove c'è l'Utic. All'esterno stazionano due blindati della polizia e pattuglie di vigili urbani.

Immediata la solidarietà da parte delle istituzioni e del mondo della politica. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è informato questa mattina delle condizioni di Gentiloni. Matteo Renzi, segretario del Pd, è in contatto continuo con Gentiloni: tra i due c'è un flusso ininterrotto di messaggi tramite smartphone e il segretario Pd ha espresso tutto il suo affetto e la vicinanza del partito. A contattarlo per messaggio è stato anche il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova: Paolo Gentiloni "è vigile" e "tornerà presto alle sue funzioni", dice Della Vedova. "L'ho sentito per messaggio stamattina", ha aggiunto, "sono certo che riprenderà al più presto le sue funzioni". Si dice "dispiaciuta per il lieve malore, ma contenta per la completa riuscita dell'intervento" la presidente della Camera, Laura Boldrini che aggiunge gli auguri di pronta guarigione.

Dalle opposizioni arrivano gli auguri di "pronta guarigione" di Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera, e dai parlamentari M5S. "Sulla salute non si scherza", avverte il segretario della Lega, Matteo Salvini, per poi aggiungere il personale "in bocca al lupo" a Gentiloni. Un auspicio condiviso dal sindaco di Roma, Virginia Raggi.

Messaggi di auguri di pronta guarigione sono arrivati da diverse cancellerie. Stando a quanto si apprende, hanno voluto testimoniare vicinanza a Gentiloni, tra gli altri, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente della Repubblica di Francia, François Hollande, dal primo ministro britannico, Theresa May. Messaggi anche da alte istituzioni europee a Bruxelles.
Condividi