Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/germania-kuehnert-no-a-grosse-koalition-loop-che-va-interrotto-schulz-ci-rafforzera-b847e1bd-004b-4c95-b6e8-d6fb832f448e.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Congresso Spd

Germania. Kuehnert: 'no' al governo con Merkel. Schulz: ci rafforzerà.

Per il leader Spd la decisione dello scorso settembre di portare il partito all'opposizione era stata giusta, ma il fallimento dei negoziati tra la Merkel, i Verdi e l'Fdp è stato un "punto di svolta" che ha costretto il partito a ripensare la sua strategia

Condividi
Occhi puntati sul congresso dell'Spd dove si dovrà decidere se sostenere o meno il governo Merkel dopo la mancata intesa con Verdi e Fdp. 

"Oggi possiamo decidere. Ma la Grosse Koalition è diventata il tanto-quanto del governo. Questo loop deve essere interrotto" ha dichiarato Kevin Kuehnert, capo dei giovani socialdemocratici Jusos, che si oppone alla presenza del movimento di Martin Schulz in una nuova Grosse Koalition sotto la guida di Angela Merkel. 

Fermo sulle sue posizioni, il leader dell'Spd, Martin Schulz che nel discorso a Bonn, riportato sul profilo Twitter del partito tedesco, ha difeso la decisione di lanciare una nuova alleanza con il blocco conservatore Cdu-Csu: "Noi siamo un partito internazionale. Possiamo garantire maggior giustizia sociale in Germania e in Europa. Dal mio punto di vista, sarebbe irresponsabile non cogliere l'opportunità". E poi ha aggiunto, citando Polonia, Ungheria e Austria: "possiamo spezzare l'ondata di destra in Europa formando un governo stabile con un chiaro profilo socialdemocratico". 

Per il leader Spd la decisione dello scorso settembre di portare il partito all'opposizione era stata giusta, ma il fallimento dei negoziati tra la Merkel, i Verdi e l'Fdp è stato un "punto di svolta" che ha costretto l'Spd a ripensare la sua strategia. L'Spd è chiamato oggi a decidere se accettare l'offerta della cancelliera Merkel di dare vita a una nuova Grosse Koalition per il governo della Germania, dopo quella già sperimentata per 8 anni, tra le riserve espresse da diversi esponenti e militanti socialdemocratici. Un voto contrario metterebbe a rischio il futuro politico di Schulz e della stessa Merkel, che a novembre non è riuscita a chiudere l'accordo con i Verdi e l'Fdp.

Schulz inoltre esclude nuove elezioni in Germania per risolvere l'impasse politico. Nel corso del suo intervento, ha anche riferito di una telefonata ricevuta dal presidente francese Emmanuel Macron, che lo ha invitato a formare una nuova coalizione di governo con il blocco conservatore Cdu-Csu guidato da Angela Merkel. "L'Europa sta guardando a Bonn", ha detto Macron a Schulz, sottolineando l'importanza della decisione che l'Spd è oggi chiamato a prendere. Schulz ha quindi affermato che il rinnovamento dell'Unione Europea, proposto anche da Macron, sarà uno dei temi chiave nella agenda del nuovo governo guidato da Angela Merkel e sostenuto dall'Spd. Sul capitolo immigrazione, infine il leader socialdemocratico ha ribadito: nessun tetto per quanto riguarda gli ingressi.
Condividi