Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/giro-como-lombardia-cattaneo-cataldi-carapaz-nibali-46412f66-30bf-4d72-bc17-367a002ff2dd.html | rainews/live/ | true
SPORT

15ma tappa

Giro d'Italia: a Como trionfa Cataldo. Allungano Nibali e Carapaz

Cataldo, dopo una lunghissima fuga a due, batte allo sprint Mattia Cattaneo in una frazione "replica" del finale del Giro di Lombardia. Terza piazza per Simon Yates a 11", poi la maglia rosa Carapaz, quinta, e il siciliano che allungano sugli altri pretendenti alla vittoria finale. Sfortunato lo sloveno Primoz Roglic, cade e chiude 13° a 51" dal vincitore

Condividi
Impresa di Dario Cataldo che, dopo una lunga fuga a due, vince la 15ma tappa battendo in volata Mattia Cattaneo. Simon Yates chiude terzo a 11”. La maglia rosa Richard Carapaz allunga assieme a uno scatenato Vincenzo Nibali su tutti gli altri pretendenti al successo finale: quinta piazza per l’ecuadoriano davanti al siciliano. Il colombiano Miguel Angel Lopez giunge settimo, con un ritardo di 36”, davanti al polacco Rafal Majka, a Domenico Pozzovivo e allo spagnolo Mikel Landa Meana. Sfortunato Primoz Roglic che, cambia bici e poi cade in discesa, chiudendo al 13° posto, staccato di 51” dal vincitore. Ora l’ultima giornata di riposo, poi martedì ecco l’attesa Lovere-Ponte di legno, privata  dello Stelvio, ma con la terribile scalata del Mortirolo. Ultima settimana del Giro d’Italia che sarà ricca di emozioni.

La frazione odierna si è corsa, nei chilometri finali, sulle strade di solito percorse dal Giro di Lombardia. Poco dopo il via, scattano Mattia Cattaneo e il ‘solito’ Dario Cataldo. I due italiani, che raggiungono un vantaggio massimo superiore anche ai 16', tengono botta, nonostante le scintille nel gruppo dei migliori, con Yates che ci prova più volte. I fuggitivi, dopo aver scalato in testa Ghisallo, Colma di Sormano e Civiglio, si giocano il successo in volata, con Cataldo che batte Cattaneo. In discesa i big si controllano, prima dell’ascesa del Civiglio dove arriva l’attacco di Nibali e di Carapaz. I due allungano in discesa, cede terreno Roglic che però tra un problema meccanico e la scivolata nella picchiata dal Civiglio verso Como. Alla fine lo sloveno chiuderà con un distacco di 51” e ora in classifica il distacco dalla maglia rosa Carapaz è di 47”. Alla vigilia delle montagne dell’ultima settimana, terza piazza occupata da Nibali, con un ritardo di 1’47”. 
Condividi