Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/google-riunisce-azionisti-e-manager-in-sicilia-e4d2b522-6d03-4453-a447-5ea400be1a53.html | rainews/live/ | true
TECH

Top secret la lista degli invitati, non ci sarà il sindaco

Lo stato maggiore di Google si riunisce in Sicilia e regala illuminazione nuova al Tempio di Hera

Google sceglie uno degli angoli più suggestivi della Sicilia, Sciacca, per riunire i suoi azionisti e il management del gruppo. Presenti anche Larry Page e Sergei Brin, il meeting, con tanto di sicurezza privata, si concluderà con una serata di gala al tempio di Hera a Selinunte che ha ricevuto in dono da Mountain Views un nuovo impianto di illuminazione

Il tempio di Hera a Selinunte: nuova illuminazione
Condividi
Selinunte (Trapani) Un meeting in un resort della cittadina agrigentina di Sciacca e una serata di gala sotto le colonne doriche del Tempio greco di Hera, nella vicina Selinunte, in provincia di Trapani. Il colosso americano Google sceglie uno degli angoli più suggestivi della Sicilia per riunire i suoi azionisti e il management del gruppo.

Al blindatissimo evento di questa sera parteciperanno trecento persone e tra questi ci sarebbero anche i due fondatori di Google: lo statunitense Larry Page e il russo Sergey Brin. Top secret la lista degli invitati, ma tra questi non c'è il sindaco della città. 

"Sappiamo poco dell'evento - racconta il sindaco di Castelvetrano, Felice Errante - L'organizzazione è blindatissima e Google ha contattato un'agenzia privata per la gestione della sicurezza".

Errante non disdegnerebbe conoscere i suoi ospiti: "Mi sarebbe piaciuto partecipare per poter conoscere da vicino queste persone che potrebbero fare tanto per la nostra città. Pazienza, mangerò la pizza a casa con mia moglie", scherza.

Per l'occasione, comunque, l'azienda americana ha speso circa 40mila euro per la riparazione dell'impianto di illuminazione del tempio e la sistemazione dell'area del parco archeologico di Selinunte. A beneficiarne saranno anche le casse della Regione Siciliana, dal momento che Google ha versato settemila euro per l'affitto dell'area.
Condividi