Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/governo-consiglio-ministri-ordine-giorno-consigli-forensi-crisi-impresa-5db39606-c9a0-4ecf-9ea8-c639762d2e58.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Palazzo Chigi

CdM, slittano reddito di cittadinanza e quota 100 per le pensioni

Il deputato Pd D'Alessandro: su quota 100 e reddito rinvio a data da destinarsi. Secondo fonti di governo il testo del decreto unico sarebbe chiuso ma ancora al vaglio della Ragioneria generale dello Stato per le verifiche normative. Sull'Ires per il terzo settore, dal governo regime fiscale agevolato transitorio

Condividi
Si è svolta a Palazzo Chigi, la riunione del Consiglio dei ministri, convocata per oggi, alle 17. All'ordine del giorno il decreto con misure urgenti e indifferibili per il rinnovo dei consigli degli ordini circondariali forensi e il decreto legislativo 'Codice della crisi di impresa e dell'insolvenza'. Sul tavolo anche alcune leggi regionali.

Sì Governo a lettera candidatura Milano Cortina
"Il Consiglio dei ministri, vista la candidatura avanzata dai Comuni di Milano e Cortina d’Ampezzo per ospitare i giochi olimpici e paralimpici invernali del 2026, ha garantito il sostegno del governo a tale candidatura". È quanto si legge nel comunicato di fine Cdm. "La lettera di garanzia prevede che i servizi di competenza statale da mettere a disposizione del Comitato organizzatore saranno prestati senza oneri a carico di quest’ultimo né dello Stato - prosegue la nota -. Le relative coperture e quelle degli eventuali ulteriori oneri saranno oggetto di uno specifico accordo tra il governo e i suddetti comuni, che se ne faranno carico congiuntamente alle Regioni Lombardia e Veneto.

Ok CdM a nuovo codice della crisi di impresa
Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro della giustizia Alfonso Bonafede, ha approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo che introduce il nuovo codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza. È quanto si legge nella nota del consiglio dei ministri. La parola "fallimento" viene sostituita da"liquidazione giudiziale".

Stanziamento per terremoto 2018 in provincia Campobasso
"Il Consiglio dei ministri ha deliberato un ulteriore stanziamento di 3,25 milioni di euro per la realizzazione degli interventi necessari in conseguenza degli eventi sismici che hanno colpito i comuni della provincia di Campobasso a far data dal 16 agosto 2018". Anche questo si legge nella nota di fine seduta del Cdm.

Sciolto Consiglio comunale di Careri
Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell'interno Matteo Salvini, ha sciolto il consiglio comunale di Careri (Reggio Calabria) per infiltrazioni mafiose. La decisione, si legge nel comunicato del Cdm, è stata adottata "tenuto conto che, all'esito di approfonditi accertamenti, sono emerse forme di ingerenza da parte della criminalità organizzata che espongono il Consiglio comunale di Careri (RC) a compromissioni del buon andamento dell'attività amministrativa". Lo scioglimento avrà la durata di 18 mesi. La gestione è stata affidata una Commissione straordinaria. 

Rinvio esame su quota 100 e reddito
Confermato il rinvio dell'esame del decreto unico su quota 100 e reddito di cittadinanza. Una riunione slittata, ma mai convocata formalmente. Secondo quanto si apprende da fonti di governo il testo sarebbe chiuso ma ancora al vaglio della Ragioneria generale dello Stato per le verifiche normative. Non è escluso che il decreto possa approdare in Cdm domani ma, secondo quanto riferiscono le stesse fonti, è probabile che la riunione slitti alla prossima settimana. Il Cdm di oggi non ha affrontato la nomina del nuovo presidente della Consob. Ieri il vicepremier Luigi Di Maio ha ufficializzato il nome di Marcello Minenna.

Terzo settore, Conte: a breve cabina regia e registro unico
Il premier Conte ha ricevuto questa mattina una delegazione del forum del terzo settore e i rappresentanti di Emergency, Caritas italiana, Comunità di sant'Egidio e Cottolengo, organizzazioni non profit che svolgono nel paese numerose attività di grande rilievo in ambito sociale. L'incontro, a cui era presente anche il sottosegretario Claudio Durigon, si è rivelato - prosegue la nota - un'importante occasione di confronto diretto con la categoria, per discutere di un'agenda sociale sui principali temi del paese in cui il terzo settore è ogni giorno in prima linea. Il presidente del consiglio ha ribadito "quanto sia determinante per questo governo il ruolo che il mondo del terzo settore riveste".

In attesa dell'entrata in vigore della riforma del codice del terzo settore, il governo, nelle prossime settimane, metterà in piedi un regime fiscale agevolato transitorio. Verrà inoltre costituita in tempi brevi la cabina di regia per il terzo settore, in collegamento con il registro unico che, come assicurato nel corso dell'incontro, sarà anch'esso istituito al più presto.

Emendamento maggioranza su Ires terzo settore
Oggi è stato stabilito che i lavori delle commissioni Affari Costituzionali e Lavori Pubblici del Senato per l'esame dei 970 emendamenti e 17 ordini del giorno al Dl semplificazioni saranno aggiornati a martedì prossimo, 15 gennaio. Sono sconvocate le sedute previste per domani. Lo ha deciso l'Ufficio di presidenza delle due Commissioni. È probabile, di conseguenza, che l'approdo in Aula del provvedimento slitti di una settimana anche se la questione sarà definita dalla Capigruppo di Palazzo Madama. È quanto è stato riferito al termine della riunione dell'Ufficio di presidenza.

Nel fascicolo di emendamenti, secondo quanto riferiscono i due relatori, Mauro Coltorti (M5S) e Daisy Pirovano (Lega), c'è anche un emendamento della maggioranza sulla questione dell'Ires per il terzo settore, la cosiddetta 'tassa sulla bonta''.

D'Alessandro, Pd: rinvio a data da destinarsi per quota 100 e reddito
Il Partito democratico, infine, critica con un intervento del deputato Camillo D'Alessandro il rinvio in CdM della discussione sui temi reddito e pensioni. "Quota 100 slitta a data da destinarsi. Il governo dice che forse il decreto sarà approvato la prossima settimana, ma in precedenza aveva detto che sarebbe partito entro questa settimana, per permettere a tutti gli interessati di poter fare domanda da subito per poter usufruire del provvedimento in estate. Lo stesso destino per il reddito di cittadinanza. Il governo è nel caos più totale e anche le misure bandiera che hanno portato allo scontro con l'Unione Europea, e a gettare nel fango miliardi di risparmi degli italiani, rischiano di saltare. Dietro la propaganda, al momento, non è pervenuto nulla. La nota abolizione della povertà sbandierata indegnamente da Di Maio vale solo per i loro conti corrente". 
Condividi