Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/governo-salcini-se-dicono-no-finita-b078806f-90a0-4796-92b4-75e7296802c2.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Oggi il ministro incontra in Finlandia gli omologhi europei

Governo, l'affondo di Salvini: se dicono altri no per me è finita

Sui presunti fondi russi chiarisce: andrò e riferirò in Parlamento, tanto non trovano un euro

Condividi
"Io non credo alle finestre e non credo che restino solo due o tre giorni. Dieci? Neanche, non e' cosi' stretta. Poi c'e' l'autonomia, la riforma della giustizia, la manovra. Con questi tre passi vado avanti, con tre no cambia tutto". Cosi' il leader della Lega, Matteo Salvini, risponde al 'Corriere della sera' e a 'Repubblica', sulla possibilita' di una crisi di governo. Teme un governo Pd-M5s? "Lo chiedano agli italiani. Ma io non sono mai preoccupato di niente", dice Salvini, che sottolinea: "E' una scelta dei 5 Stelle, le cose o si fanno o non si fanno. Mi auguro che il loro voto a Merkel e Macron non significhi una manovra alla Monti. Il buongiorno si vede dal mattino e io non so se Ursula von der Leyen sta lì che aspetta di fare crescere l'Italia. Fra qualche mese chiederemo conto a chi l'ha votata, perché avremmo potuto cambiare la storia".
 
Quanto alla vicenda dei finanziamenti russi alla Lega Salvini è stupito:
 "Mi chiedo cosa mai debba riferire Conte sulla Russia. D'altronde lui ribadisce ogni giorno che è il presidente del Consiglio. Chi l'ha mai messo in dubbio? Io non mi alzo la mattina dicendo 'Matteo sei il ministro dell'Interno, accidenti!'. Detto questo ci andro' in Parlamento, a ribadire quello che ho sempre detto". Quando gli viene fatto notare che e' diverso riferire in Aula e rispondere al question time, il ministro ironizza: "Allora faremo una conferenza internazionale. Se c'è una inchiesta possono cercare quello che vogliono, ma non trovano un euro, un dollaro, nulla. Trovano sicuramente - aggiunge - la convinzione che i rapporti con la Russia siano fondamentali, che Putin sia un grande uomo di Stato e che le sanzioni siano sbagliate". Salvini ribadisce: "Non c'è nessun presunto finanziamento. Se da due anni stanno dietro a Trump, senza trovare nulla, figuriamoci se non se la prendono con me". Perche', afferma, "nulla succede per caso. Diciamo che c'e' sistema bene organizzato. Io ho le mie idee, ma sono tranquillo sulla corruzione e quelle fantasie li'. Sa di cosa sono colpevole? Di voler avere buoni rapporti con la Russia".
 
Oggi  Salvini incontra ad Helsinki i suoi omologhi ministri   di Francia, Germania e Malta, in un meeting  all'interno del vertice   dei ministri degli interni e della giustizia della UE, in corso nella   capitale finlandese. Al minivertice, previsto a tre, si è poi aggiunta  la Francia. Sul tavolo il tema dei flussi migratori.  
Condividi