ECONOMIA

Le reazioni

Accordo Ue-Grecia, per Atene altri quattro mesi di aiuti. Tsipras: "Austerità alle spalle"

Il premier greco: "Abbiamo vinto una battaglia, non la guerra. Le vere difficoltà sono davanti a noi"

Alexis Tsipras
Condividi
"Le difficoltà concrete devono ancora arrivare, sebbene la Grecia abbia ormai voltato le spalle all'austerità". Sono queste le parole del premier greco Alexis Tsipras, all'indomani dell'accordo raggiunto all'Eurogruppo sulla proroga agli aiuti finanziari ad Atene. "Abbiamo ottenuto molto, abbiamo raggiunto il nostro principale obiettivo, ma abbiamo ancora davanti una lunga e difficile strada", ha detto Tsipras in un messaggio televisivo alla nazione. 

Gli impegni sull'austerità
Tsipras ha poi voluto specificare che l'accordo "ha cancellato gli impegni sull'austerità dei precedenti governi verso i creditori internazionali del Paese". E ha ribadito: "Ieri abbiamo fatto un passo decisivo, lasciando l'austerità, i piani di salvataggio e la troika", ha aggiunto Tsipras, che già ieri aveva parlato di "decisione politica storica per il futuro dell'Europa":




I punti dell'accordo
Secondo l'accordo, la Grecia dovrà presentare entro lunedì una lista delle riforme, basata sugli accordi attuali, e le istituzioni (ex Troika, ndr) valuteranno se sono sufficienti per una conclusione della 'review'" e "solo la sua conclusione porterà all'esborso degli aiuti". Djsselbloem ha ricordato che la richiesta greca era di una proroga di sei mesi, mentre è stato deciso di concederne quattro. L'estensione servirà anche a discutere un possibile nuovo accordo, che potrebbe essere pronto entro l'estate.

La nota dell'Eurogruppo
Nel testo dell'Eurogruppo si legge che "la Grecia si impegna ad astenersi dal ritirare qualunque misura o da modifiche unilaterali delle politiche e delle riforme strutturali che possano avere un impatto negativo sugli obiettivi di bilancio, la ripresa o la stabilità, come valutato dalle istituzioni". Inoltre "le autorità greche si impegnano a portare avanti riforme da tempo necessarie per far fronte alla corruzione e all'evasione fiscale e per migliorare l'efficienza del settore pubblico". Atene si impegna poi a "onorare i loro obblighi finanziari verso tutti i creditori pienamente e per tempo," si legge nella nota. Infine, le autorità greche "si sono impegnate a garantire surplus primari adeguati" per garantire "la sostenibilità del debito".  
 
Condividi